Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roccabernarda (Kr): tromba d'aria investe un treno locale, vetri dei finestrini in frantumi, feriti in modo lieve alcuni passeggeri del convoglio
- Roma: Riforma del peculato, governo battuto nel voto segreto, primo articolo decreto anticorruzione, tensione Lega-M5S
- Caserta: maltempo, pezzo di capitello cade dalla facciata sud della Reggia, era stato restaurato solo due anni fa
- Catania: rifiuti infetti smaltiti illegalmente, sequestro preventivo della nave Aquarius, 24 indagati, sotto accusa la Ong Medici Senza Frontiere
- Libia: denuncia Ong Mediterranea, forze libiche hanno fatto irruzione sulla nave Nivin, bloccata a Misurata, violenze sui migranti, accusati di pirateria
- Roma: via libera alla demolizione di otto ville abusive di presunti appartenenti al clan Casamonica, il sindaco Raggi, giornata storica, Salvini, è un bel segnale
- Varese: quindicenne sequestrato e torturato in un garage, sarebbe stato legato a una sedia con alcuni fili elettrici e poi picchiato, il legale, legale, gli aggressori sono ragazzi delle medie
- Calcio: Belgio, a Genk, in campo l'amichevole Italia-Stati Uniti, radiocronaca diretta integrale su Rtl 102.5
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
11 ottobre 2018

Poste Italiane, gli uffici aprono le porte ai cani al guinzaglio

Gli amici a quattro zampe dovranno indossare una museruola in caso di rischio per l'incolumità delle persone

"L'accesso ai cani nella sala al pubblico degli uffici postali è consentito nel rispetto delle seguenti condizioni: che siano sempre al guinzaglio a una misura non superiore a metri 1,50 e che indossino una museruola in caso di rischio per l'incolumità di persone o animali". Lo scrive Poste Italiane su Twitter. La novità sta facendo il giro del web. "Finalmente arriva un chiarimento su una norma ingiusta che per tanto tempo ha impedito l'accesso dei nostri amici a quattro zampe in un luogo pubblico – ha detto Riccardo Manca, vice Presidente di Animalisti Italiani onlus -. Chiediamo alle Poste di rimuovere il cartello di divieto in tutti i 12.845 uffici postali. Per un corretto rispetto delle regole sull'accesso degli animali negli uffici postali, suggeriamo di pubblicare un vademecum o affiggere un cartello con il regolamento menzionato. La convivenza con i nostri fratelli animali non solo è possibile, ma è anche indice di un vero progresso morale e civile".

Poste Italiane, gli uffici aprono le porte ai cani al guinzaglio