Putin al telefono con Draghi, non chiuderemo il rubinetto del gas all’Italia. Difesa Kiev, segnali di un'escalation russa

26 maggio 2022, ore 18:06

Il segretario di Stato americano Blinken afferma che Mosca non ha raggiunto un solo obiettivo. Il ministro degli Esteri russo Lavrov che il piano di pace dell'Italia non è serio

Siamo giunti al novantaduesimo giorno di guerra, l’offensiva russa non si arresta e le dichiarazioni dei leader allontanano sempre più qualsiasi ipotesi di tregua. Di negoziati non si parla più da settimane, malgrado entrambe le parti si dicano, a parole, disponibili a tornare al tavolo delle trattative. E anche il tentativo italiano di avvicinare Kiev e Mosca sembra ormai, definitivamente, caduto nel vuoto. Tuttavia il Cremlino ha confermato che nella telefonata di oggi con il premier italiano Draghi, il presidente russo Putin gli ha assicurato che la Russia continuerà a fornire il gas all’Italia.

PUTIN/DRAGHI, GAS, CONFLITTO E CRISI ALIMENTARE

Il presidente russo Vladimir Putin ha assicurato al premier italiano Mario Draghi che la Russia è determinata a continuare a garantire forniture ininterrotte di gas all'Italia. E' quanto fa sapere il Cremlino, dando notizia della telefonata tra i due. Palazzo Chigi riferisce in una nota "Il colloquio si è incentrato sugli sviluppi della situazione in Ucraina e sugli sforzi per trovare una soluzione condivisa alla crisi alimentare in atto e alle sue gravi ripercussioni sui Paesi più poveri del mondo"

LAVROV, IL PIANO DI PACE DELL'ITALIA NON E' SERIO

"I politici seri che vogliono ottenere risultati e non sono impegnati nell'autopromozione di fronte al loro elettorato, non possono proporre questo genere di cose". Lo dice il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov commentando con Russia Today in arabo le proposte di pace italiane per l'Ucraina. Lavrov ribadisce che l'Italia non ha inviato il piano a Mosca, ma "quanto appare sui media" aggiunge, riferendosi alle ipotesi di Donbass e Crimea sotto sovranità ucraina con uno status autonomo, "provoca un sentimento di rammarico".

BLINKEN, PUTIN HA FALLITO. MOSCA, PIU’ FORTI CON SANZIONI

Putin "ha fallito nel centrare i suoi obiettivi strategici, non ne ha raggiunto neanche uno", dice il segretario di Stato Usa Antony Blinken. Ma Putin non la pensa così e avverte: "La Russia sta diventando più forte grazie alle sanzioni" e "rubare i beni di qualcuno non ha mai portato a nulla di buono, soprattutto a chi lo fa", aggiunge commentando la decisione di congelare i beni russi da parte dei Paesi occidentali. Mentre Zelensky assicura: "Nessun cambiamento sui confini in cambio del cessate il fuoco", per Kiev "non c'è alternativa che combattere e vincere". Putin non può "dettare" le condizioni della pace, dice il cancelliere tedesco Scholz al World Economic Forum di Davos.

Putin al telefono con Draghi, non chiuderemo il rubinetto del gas all’Italia. Difesa Kiev, segnali di un'escalation russa

UCRAINA, MOSCA IN VANTAGGIO NEI COMBATTIMENTI NEL LUGANSK

Il generale Oleksiy Gromov ammette che la Russia "è in vantaggio nei combattimenti nel Lugansk". I russi bombardano Kharkiv e 4 persone sono morte, dice il capo dell'amministrazione militare di Kharkiv, Oleh Synegubov. "Chiediamo ai residenti di stare nascosti". Secondo le prime informazioni, 7 persone sono rimaste ferite e 5 sono morte. "Ci sono segnali di un'escalation" della Russia, assicura il viceministro della Difesa ucraino, Ganna Malyar, avvertendo che i combattimenti sono più intensi a est e che ci si aspetta un periodo "lungo" e "difficile".

Tags: Blinken, Draghi, Gas, Lavrov, Putin, Russia, Ucraina, Zelensky

Share this story: