Recovery Fund Italia: il ministro Amendola, l’Europa c’è, ora tocca ad Italia spendere bene i fondi

28 maggio 2020, ore 10:47

Il Ministro per gli Affari Europei commenta gli sforzi compiuti dall’Unione Europea e il programma dell’Italia per la ripresa nazionale post emergenza coronavirus

Il Ministro per gli Affari Europei, Vincenzo Amendola, ha parlato a RTL 102.5 delle misure europee, a partire dal Recovery Fund che prevede 750 miliardi di euro di sussidi, sottolineando come adesso sia il momento per l'Italia di dimostrarsi all'altezza, dopo che l'Europa ha dimostrato di esserci. “Due mesi fa tutti i titoli erano del tenore ‘l’Europa ci ha abbandonato’”, ha detto il ministro, “oggi anche i più critici ci dicono invece che dobbiamo spendere bene i nostri soldi, l’Europa ha fatto uno dei piani più grandi della sua storia”. Il ministro Amendola ha sottolineato il grande passo avanti, l’Unione Europea è in campo e ora toccherà a tutti gli Stati europei saper spendere bene i fondi.

Il piano di ripresa nazionale

Per quanto riguarda l’Italia, il ministro Amendola ha dichiarato che verrà avviato un piano di ripresa nazionale, in cui sarà importante essere coerenti con gli obiettivi. “Gli obiettivi saranno soprattutto legati agli enormi sacrifici che le nostre imprese stanno facendo: quindi sostegno per una trasformazione ambientale, per le infrastrutture e i trasporti e per tutti i ritardi nella pubblica amministrazione nell’utilizzare i soldi”. Amendola ha aggiunto che il piano digitale, che verrà lanciato questo mese, sarà destinato a tutti questi obiettivi.

Gli sforzi dell’Unione Europea

Il Ministro per gli Affari Europei ha voluto sottolineare come la Bce, a partire da marzo, abbia fatto un grande programma di acquisto titoli. La Commissione europea aveva già avviato programmi che hanno permesso all’Italia di fare manovre forti. “Noi come governo abbiamo un approccio pragmatico, chiudiamo tutti i negoziati valutando l’interesse per le spese e gli investimenti che dovremo fare”. Il Mes è ancora sul tavolo, ma ora l’impegno è nel chiudere per il Recovery Fund. Il ministro Amendola ha spiegato che quando tutti gli strumenti fiscali, che sono stati decisi insieme, saranno sul tavolo, l’Italia valuterà in base all’interesse dei cittadini. “A breve sarà disponibile anche Sure, un fondo da 100 miliardi per la cassa integrazione, lo abbiamo approvato due settimane fa. Così come un fondo da 200 miliardi della Banca europea per gli investimenti, per la liquidità delle piccole imprese”. Tutti questi strumenti fanno bene all’economia italiana ed europea, ha detto il ministro, sarà importante programmare come usarli.

Recovery Fund Italia: il ministro Amendola, l’Europa c’è, ora tocca ad Italia spendere bene i fondi

“C’è bisogno di zero chiacchiere e scelte velocissime”

Vincenzo Amendola ha voluto fornire anche un ricordo personale, sugli inizi della carriera politica. “Da ragazzo l’Europa era un motore di emozione e passione, si sentiva che tutto cambiava, negli ultimi dieci anni invece non è stato così. La politica torna se c’è un sogno, quando ieri ho sentito parlare la Von der Leyen di una ‘next generation’ europea sono tornato a quelle emozioni”. Il ministro ha anche ricordato che la presidente della Commissione europea ha chiesto scusa all’Italia e ha lanciato un appello affinché nel nostro Paese sia più efficiente la pubblica amministrazione, migliore la giustizia e a modernizzare. “Dopo due mesi di sacrifici, c’è bisogno di una politica senza chiacchiere ma con scelte velocissime, anche non fatte negli anni passati. La digitalizzazione e la velocità nei meccanismi per i cittadini sono fondamentali. Faccio un appello a tutta la politica a non perdersi in dibattiti inutili”.

Non Stop News - L'intervista al ministro Amendola: recovery fund

Il ministro degli affari tuoi europei, Vincenzo Amendola, ha parlato delle misure europee a partire dal recovery fund che prevede 750 miliardi di euro di sussidi, sottolineando come adesso sia il momento per l'Italia di dimostrarsi all'altezza, dopo che l'Europa ha dimostrato di esserci. Amendola ha parlato anche di politica, ammettendo che essa spesso abbia tempi non sincronizzati con la realtà. Non Stop News è condotto da Giusi Legrenzi, Fulvio Giuliani e Pierluigi Diaco. Puoi seguire RTL 102.5 in RADIOVISIONE sul canale 36 del digitale terrestre, 736 di Sky, in FM, Digital Radio, dal sito internet ufficiale, dall’App e dai nostri social! Sito internet: https://www.rtl.it Facebook: https://www.facebook.com/RTL102.5/ Twitter: https://twitter.com/rtl1025 Instagram: https://www.instagram.com/rtl1025/ #rtl1025 #radiovisione

Tags: europa, italia, ministro, recovery fund, vincenzo amendola

Share this story: