Strage di Erba: Nessun nuovo processo per Olindo e Rosa, ergastolo confermato. Nuove prove considerate insufficienti

Strage di Erba: Nessun nuovo processo per Olindo e Rosa, ergastolo confermato. Nuove prove considerate insufficienti

Strage di Erba: Nessun nuovo processo per Olindo e Rosa, ergastolo confermato. Nuove prove considerate insufficienti Photo Credit: agenziafotogramma.it


Gli avvocati di Olindo Romano hanno già annunciato il ricorso in Cassazione

La corte d’appello di Brescia ha deciso di non avviare un nuovo processo per Olindo Romano e Rosa Bazzi. La condanna per la strage di Erba rimane quindi l’ergastolo per entrambi. Insufficienti e troppo deboli le presunte nuove prove presentate dagli avvocati dei condannati per rivedere il vecchio verdetto e quindi sfuma la possibilità di ribaltare le sentenze di primo, secondo e terzo grado. Sono loro, ribadisce oggi la Corte, gli autori della strage dell’11 dicembre 2006, a Erba. Loro hanno ucciso la loro vicina di casa, Raffaella Castagna, il figlio di due anni, Youssef, la madre di lei, Paola Galli, e una vicina di casa, Valeria Cherubini, che stava rientrando con il cane proprio nel momento in cui loro uscivano dall’appartamento di Raffaella dopo i primi tre omicidi. "È stata emessa una sentenza, leggeremo le motivazioni e ricorreremo in Cassazione". Lo afferma Fabio Schembri, uno dei difensori di Olindo Romano. 


AZOUZ MARZOUK: "CONVINTO CHE NON SIANO STATI LORO"

"Sono deluso, io resto convinto che non siano stati loro. Finché non verranno riaperte davvero le indagini resto della mia idea". Così Azouz Marzouk, padre e marito di due delle quattro vittime della strage di Erba, commenta la decisione dei giudici di Brescia. "Gli assassini sono ancora in giro", ha detto Marzouk, parte civile ma convinto dell'innocenza dei condannati. A chi gli chiede se è il momento di chiedere scusa ai fratelli Castagna, Azouz replica: "Non li conosco".


IL PROCURATORE GENERALE: "SIAMO SODDISFATTI"

"Siamo soddisfatti perché sono state accolte le nostre richieste. Gli atti giudiziari bisogna studiarli dalla A alla Z e saperli leggere e tanti che hanno commentato questa vicenda non lo hanno fatto. Questa sentenza conferma le prove granitiche sancite nelle tre sentenze". Lo afferma il procuratore generale di Brescia Guido Rispoli dopo la sentenza. "Fin dall'inizio, man mano che studiavamo gli atti, ci siamo accorti della non valenza delle prove della difesa di Rosa e Olindo". Il processo di revisione ha regole molto precise, ha affermato Rispoli, evidenziando che "è pacifico che le ferite alle vittime erano state inferte da due persone diverse. I colpi sferrati dal basso verso l'alto avevano, come evidenziato dai tecnici, una penetrazione ridicola di un paio di centimetri che si fermava all'adipe. Una manifestazione di odio da parte di chi colpiva".



Argomenti

Brescia
Erba
Olindo Romano
Rosa Bazzi
Strage

Gli ultimi articoli di Nicolò Pompei

  • Berrettini trionfa a Gstaad, battuto in finale il francese Halys. Il tennista azzurro torna in top 50 mondiale

    Berrettini trionfa a Gstaad, battuto in finale il francese Halys. Il tennista azzurro torna in top 50 mondiale

  • Matteo Berrettini vola in finale a Gstaad, battuto in due set il greco Tsitsipas. Domani il match contro Halys

    Matteo Berrettini vola in finale a Gstaad, battuto in due set il greco Tsitsipas. Domani il match contro Halys

  • Omicidio Mario Cerciello Rega: concessi i domiciliari a Hjorth. Sconcertati gli avvocati della famiglia del carabiniere

    Omicidio Mario Cerciello Rega: concessi i domiciliari a Hjorth. Sconcertati gli avvocati della famiglia del carabiniere

  • Sinner e Paolini ai quarti di finale di Wimbledon. L'altoatesino è il primo italiano a raggiungere per tre volte questo traguardo

    Sinner e Paolini ai quarti di finale di Wimbledon. L'altoatesino è il primo italiano a raggiungere per tre volte questo traguardo

  • Wimbledon: Il derby azzurro è di Jannik Sinner, battuto Matteo Berrettini in un match spettacolare

    Wimbledon: Il derby azzurro è di Jannik Sinner, battuto Matteo Berrettini in un match spettacolare

  • Jannik Sinner campione ad Halle. Il tennista azzurro conquista il quarto titolo stagionale battendo in finale il polacco Hurkacz

    Jannik Sinner campione ad Halle. Il tennista azzurro conquista il quarto titolo stagionale battendo in finale il polacco Hurkacz

  • Moto GP: Splendida doppietta Ducati al Mugello. Bagnaia vince davanti a Bastianini, terzo Martin

    Moto GP: Splendida doppietta Ducati al Mugello. Bagnaia vince davanti a Bastianini, terzo Martin

  • Moto GP: Pecco Bagnaia vince la Sprint Race e infiamma il Mugello, secondo Marquez.

    Moto GP: Pecco Bagnaia vince la Sprint Race e infiamma il Mugello, secondo Marquez.

  • Olympiacos-Fiorentina, finale Conference League. Italiano: "Interpretiamo questa partita come se fosse l'ultima della vita"

    Olympiacos-Fiorentina, finale Conference League. Italiano: "Interpretiamo questa partita come se fosse l'ultima della vita"

  • Moto GP: A Barcellona Bagnaia sfata il tabù e vince la gara, secondo Martin, terzo Marquez

    Moto GP: A Barcellona Bagnaia sfata il tabù e vince la gara, secondo Martin, terzo Marquez