Tunisia, cerimonia nel cimitero di Hammamet per il ventesimo anniversario della morte di Bettino Craxi

19 gennaio 2020, ore 13:32

Presenti i familiari del leader socialista, ma anche parlamentari, vecchi compagni di partito e giornalisti

Sono circa mille le persone giunte a Hammamet, in Tunisia, in occasione del ventesimo anniversario della morte di Bettino Craxi. Tra i presenti alla piccola cerimonia organizzata nel cimitero tunisino c’erano anche molti esponenti della vecchia guardia socialista, come Ugo Intini e Claudio Martelli, ma anche alcuni parlamentari di Forza Italia e giornalisti come Alessandro Sallusti e Luigi Bisignani. La moglie dell’ex leader socialista, Anna Craxi, si è detta commossa per l’affetto che ancora ruota attorno al marito: “ Bettino è ancora nel cuore di tanti” ha detto a margine della cerimonia. Decisamente più critica la figlia Stefania, che già ieri aveva polemizzato per la mancanza di rappresentanti del governo italiano: ”Sono venuti in mille, come quelli di Garibaldi, - ha dichiarato – la testimonianza che Craxi è vivo, al contrario dei tanti morti che pretendono di discutere dei suoi errori, prima ancora che dei loro”. La senatrice di Forza Italia ha accennato alle indiscrezioni giornalistiche su un possibile incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: “Credo che il Quirinale farà un gesto” - ha affermato parlando con i giornalisti – non sono io a decidere e sono sicura che il Presidente saprà trovare la forma giusta”. Anna e Stefania Craxi sono state accolte da un applauso al loro arrivo in cimitero. Con l’altro figlio Bobo hanno reso omaggio alla tomba del leader socialista deponendo una corona di garofani rossi della Fondazione Craxi. Una cantante ha intonato l’Ave Maria di Schubert e la cerimonia si è conclusa in pochi minuti.

Tunisia, cerimonia nel cimitero di Hammamet per il ventesimo anniversario della morte di Bettino Craxi
Tags: Craxi, Hammamet, Tunisia

Share this story: