Allarme degli esperti, in arrivo picchi di influenza e di virus respiratori, lo scrive la rivista Nature

11 ottobre 2021, ore 15:57

Secondo Nature online, l’allentamento delle restrizioni contro il Covid permetterà ad alcuni virus respiratori spariti, come l’influenza stagionale di tornare ad infettare

Le vaccinazioni e il conseguente allentamento delle restrizioni contro il Covid stanno riportando in auge alcuni virus respiratori, rimasti in sordina lo scorso anno: su tutti l'influenza stagionale e il virus respiratorio sinciziale, un agente patogeno che compisce soprattutto i bambini e che potrebbero riprender vigore nei prossimi mesi, in concomitanza dell’arrivo della stagione fredda. Lo scrive la rivista Nature in un articolo che parla di come la pandemia abbia comportato grandi cambiamenti nella diffusione di altri batteri.


L’influenza stagionale

Se lo scorso anno, grazie alle mascherine indossate e al distanziamento come protezione anti- Covid, l'influenza stagionale è stata praticamente inesistente, gli esperti interpellati dalla rivista sono concordi nel dire che con gli allentamenti, riprenderanno a circolare i virus. Così come altro veicolo di circolazione dei patogeni è il venir meno delle restrizioni di viaggio, che è considerato un alto veicolo di diffusione dei batteri. “Una volta che dimentichiamo le nostre buone pratiche sanitarie”, ha dichiarato Robert Ware, epidemiologo presso la Griffith University nel Queensland, in Australia “è probabile che l'influenza torni a colpire duramente, anche perché troverà sistemi immunitari poco allenati a fronteggiarla”.


Il pericolo anche da alti virus

Non è solo l’influenza stagionale a preoccupare gli esperti che temono il ritorno di altre infezioni come quella da virus sinciziale (RSV), che è considerata responsabile di circa il 5% dei decessi nei bambini sotto i 5 anni in tutto il mondo. L'RSV è l’acronimo “Respiratory Syncytial Virus” ed è un agente virale in grado di infettare l'apparato respiratorio di pazienti di qualunque età, anche se colpisce soprattutto i bambini nei primi anni di vita. La pandemia ha ridotto al minimo problemi di questo genere, infatti lo scorso anno le infezioni da RSV sono scese al minimo storico, ma dallo scorso mese di aprile hanno ripreso a salire. Sono stati registrati picchi fuori stagione soprattutto negli Stati Uniti, in Sud Africa, Giappone, Australia e Paesi Bassi.


Allarme degli esperti, in arrivo picchi di influenza e di virus respiratori, lo scrive la rivista Nature
Tags: influenza stagionale, Covid, virus respiratori

Share this story: