Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Libia: due naufragi nel Mediterraneo, almeno 170 morti, ministro Interno Salvini, tornano le Ong, tornano i morti, i porti restano chiusi
- Usa: presidente Trump, manterrò promessa sul muro al confine con il Messico, il mio è piano di buon senso, i democratici si dicono contrari
- Matera: la città è la Capitale europea della cultura 2019, premier Conte, sarà la riscossa per il Sud, Mattarella, oggi giorno di orgoglio per Italia
- Roma: terroristi latitanti, dossier sul tavolo del Viminale, 30 in giro per il mondo, 14 solo in Francia, ministro Interno Salvini, pronto a incontrare Macron
- Burkina Faso: l'italiano Luca Tacchetto e la fidanzata canadese potrebbero essere stati rapiti, massimo riserbo dal Ministero degli Esteri
- Brescia: delitto Stefania Crotti, disposto il fermo della ex amante del marito, è una donna di 44 anni
- Calcio: Serie A, anticipi, Roma Torino 3- 2, Udinese-Parma 1-2, Inter-Sassuolo 0-0, oggi Napoli-Lazio, lunedì Milan-Genoa e Juventus-Chievo
- Formula 1: Mick Schumacher Jr entra a far parte della Ferrari Driver Academy, il vivaio della scuderia di Maranello per piloti promettenti
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
08 novembre 2018

Alpi, la glaciazione in 2 minuti, il video della ricostruzione

La simulazione indica che i ghiacciai alpini si sono estesi e ritirati più di 10 volte

Due minuti per ricostruire la nascita e lo sviluppo dei ghiacciai alpini nell'arco di 120.000 anni, che nel tempo si sono estesi e ritirati molto più frequentemente di quanto si credesse finora. Il risultato, pubblicato sulla rivista The Cryosphere, è del gruppo del Politecnico di Zurigo guidato da Julien Seguinot e si basa su una simulazione al computer con i dati dell'ultima glaciazione avvenuta intorno a 115.000 anni fa. E' stata un'epoca movimentata quella in cui i ghiacciai avanzavano dalle Alpi sull'altopiano svizzero, per poi ritirarsi e avanzare di nuovo. Durante questo processo potenti flussi di ghiaccio hanno scolpito le valli, come quella del Rodano, portando dietro detriti rocciosi, da sedimenti sottili fino a macigni pesanti alcune tonnellate, che depositandosi hanno formato le verdi e rigogliose colline ai piedi delle Alpi.

Alpi, la glaciazione in 2 minuti, il video della ricostruzione

La simulazione indica che i ghiacciai alpini si sono estesi e ritirati più di 10 volte. Stando al modello, circa 25.000 anni fa avevano raggiunto le colline ai piedi delle Alpi, raggiungendo Berna, Zurigo, il lago di Costanza e Schaffhausen, e si erano spostati a Est quasi fino a Monaco. Nell'arco di poche migliaia di anni, il periodo glaciale è poi gradualmente tornato all'attuale periodo interglaciale. Inoltre si è dedotto che durante il picco di glaciazione, il giacchio doveva essere molto più spesso di quanto pensato finora, arrivando fino a 800 metri.