Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Corinaldo (AN): identificato il ragazzo che avrebbe spruzzato lo spray urticante all'interno della discoteca, il giovane fermato per droga, le due vicende non sono collegate
- Corinaldo (AN): stabili le condizioni dei feriti, addetto alla sicurezza della discoteca Lanterna Azzurra, c'era troppa gente all'interno del locale
- Roma: Salvini, resto favorevole alla TAV e alle altre grandi opere, Di Battista, lotta Gilet Gialli sacrosanta, il M5s li supporti
- Francia: proteste dei gilet gialli, il presidente Macron nelle prossime ore parlerà al Paese
- Paternò (Ct): tragedia familiare, un padre avrebbe ucciso la moglie e i figli di 4 e 6 anni, poi si sarebbe tolto la vita
- Roma: allarme Codacons, nel 2018 stangata sulle bollette, aumenti dell'11% per la luce e del 13% per il gas
- Calcio: serie A, Milan-Torino 0-0, Sassuolo-Fiorentina 3-3, Empoli-Bologna 2-1, Parma-Chievo 1-1, Udinese- Atalanta 1-3, Genoa-Spal 1-1
- Calcio: 3-1 al Boca Juniors, il River Plate ha vinto la copa Libertadores
- Calcio: Leonardo, Ibrahimovic non verrà al Milan, ha deciso di restare ai Galaxy di Los Angeles
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
15 novembre 2018

Brexit, sì all'intesa ma il governo britannico perde i pezzi

La premier Theresa May: "Non è stato facile, ma è la scelta migliore del governo nel nostro interesse nazionale"

Sono ore difficili per la Gran Bretagna, alle prese con l’addio all’Unione Europea, e per la premier Theresa May in particolare, che combatte con un’opposizione agguerrita e con una valanga di dimissioni proprio nel suo governo: dal ministro per la Brexit, Raab, alla sottosegretaria nello stesso dicastero, al sottosegretario britannico per l'Irlanda del Nord, al ministro del lavoro, tra le voci più ostili nell’esecutivo all’accordo, che dopo una riunione fiume di cinque ore ieri sera era stato approvato. Nel frattempo, la sterlina è in caduta libera. E la premier Theresa May avverte: "L'intesa con l'Ue non è un accordo finale", ma un documento che consentirà comunque un'uscita "liscia e ordinata" del Regno Unito dall'Ue. "Si tratta di una scelta fatta nell'interesse nazionale", continua la premier, affermando che essa garantirà l'uscita dall'Ue nel Regno "nei tempi previsti" e che l'unica alternativa sarebbe "un no deal" o "nessuna Brexit".

Brexit, sì all'intesa ma il governo britannico perde i pezzi