Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Cagliari: leader Forza Italia, Silvio Berlusconi annuncia, mi candido alle prossime elezioni europee, ho preso questa decisione per senso di responsabilità
- Roma: in corso il Consiglio dei Ministri, in discussione il decreto attuativo per reddito di cittadinanza e quota 100
- Gb: premier Theresa May, dopo aver incassato la fiducia, avvia consultazioni con opposizione per trovare linea comune per divorzio dall'Europa
- Latina: caporalato, immigrati in condizioni disumane, 6 arresti, tra cui un sindacalista e un funzionario ispettorato del Lavoro, 50 indagati
- Bologna: pompe funebri, smantellati cartelli di imprese, 30 gli arresti, avevano il monopolio delle camere mortuarie dei principali ospedali
- Francia: inchiesta su passaporti diplomatici, Alexandre Benalla, ex consigliere dell'Eliseo, è stato posto in stato di fermo
- Roma: oggi si celebra la prima Giornata internazionale della pizza, maggiori consumatori gli americani, in Italia 7,6 chili a testa all'anno
- Calcio: Supercoppa italiana, allenatore Juve Allegri, vittoria per preparare al meglio le prossime sfide, Higuain è vicino all'addio al Milan
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
20 dicembre 2018

Calabria, operazione della polizia contro cosche ‘Ndrangheta

Le cosche di Isola Capo Rizzuto, Crotone e Petilia Policastro erano pronte a scatenare una nuova guerra di mafia per assicurarsi il controllo del territorio.

Le cosche della provincia di Crotone erano pronte a scatenare una nuova guerra di mafia per assicurarsi il controllo del territorio. E' quanto ha accertato la Polizia al termine di un'inchiesta coordinata dalla Dda di Catanzaro che ha portato all'arresto di diversi esponenti di spicco delle famiglie della 'Ndrangheta crotonese. Le misure sono scattate nei confronti di vari esponenti delle cosche di Isola Capo Rizzuto, Crotone e Petilia Policastro accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, tentato omicidio, estorsione, tentata rapina, incendio, porto e detenzione illegale di armi e munizioni. Dalle indagini è emerso che le cosche avevano gia' pianificato alcuni omicidi. Gli arresti sono stati eseguiti dagli uomini della squadra mobile di Crotone e del Servizio centrale operativo con il supporto delle squadre mobili di Catanzaro, Taranto, Mantova e dei reparti prevenzione crimine di Cosenza, Vibo Valentia e Siderno.

Calabria, operazione della polizia contro cosche ‘Ndrangheta