Cinque squadre italiane alla conquista dell’Europa, da domani le fasi finali di Champions ed Europa League

04 agosto 2020, ore 15:00

L’Atalanta è già qualificata alle final eight di Champions League, dove sperano di approdare anche Juventus e Napoli; Inter e Roma da domani danno l’assalto all’Europa League.

Alla conquista dell’Europa

Appena archiviato il campionato, si parte subito per una nuova avventura. Da domani tornano le coppe europee, in una formula inedita e compatta. Partite ravvicinate e secche, a eliminazione diretta. Cinque le squadre italiane in corsa, anche se soltanto una (l’Atalanta) ha la certezza di partecipare alla final eight. Le altre dovranno superare un turno preliminare. La fase finale della Coppa dei Campioni si disputerà a Lisbona, in due stadi; mentre l’epilogo della vecchia coppa Uefa sarà in Germania, nella zona della Ruhr, in quattro città separate da pochi chilometri: Colonia (dove si giocherà la finale ), poi Dusseldorf, Gelsenkirchen e Duisburg, dove nel 2006 era stato stabilito il quartier generale azzurro in occasione del mondiale vinto dall’Italia guidata da Marcello Lippi. 

Inter   

A rompere il ghiaccio saranno i nerazzurri, impegnati nell’ottavo di finale di Europa League contro gli spagnoli del Getafe, che dopo il lockdown si sono un po’ sgonfiati. La partita si giocherà alle 21.00 a Gelsenkirchen, in Germania. L’Inter ha chiuso il campionato con la brillante vittoria di Bergamo, ma nel dopo-partita è esploso il caso Conte. L’allenatore ha attaccato duramente la società, con la quale per ora è stata siglata una tregua per affrontare l’Europa League senza distrazioni. Ma sul futuro ci sono ancora nuvole. 

Roma 

Giovedì alle 18.55 toccherà ai giallorossi. Sempre per gli ottavi di Europa League, sempre in gara secca, sempre in Germania (ma a Duisburg), sempre contro un avversario spagnolo: il Siviglia ha nell’Europa League il suo terreno di conquista , ne ha vinte cinque negli ultimi quindici anni. Non sarà una sfida facile, ma la Roma sta bene: ha chiuso il campionato con sette vittorie e un pareggio.

Cinque squadre italiane alla conquista dell’Europa, da domani le fasi finali di Champions ed Europa League

Juventus

Venerdì toccherà alla Juventus. Visto che in Champions a febbraio si fece in tempo a giocare le gare d’andata degli ottavi, ora si deve procedere con i ritorni. Bianconeri chiamati alla rimonta contro il Lione. In Francia era finita 1-0 per la squadra di Garcia, a Torino servirà una vittoria con due gol di scarto. La squadra di Sarri ha vinto il campionato, ma con un po’ di fiatone. Una eliminazione dalla Champions potrebbe provocare un ribaltone in panchina e forse anche in società. In casa Juve si spera nel recupero di Dybala. Il Lione è stato fermo quattro mesi visto che in Francia il campionato non è mai ripreso.

Napoli 

Per accedere alle final eight di Champions League e raggiungere così Lisbona, i partenopei devono passare da Barcellona. Tappa non facile, anche perché l’1-1 del San Paolo costringe il Napoli alla vittoria o al pareggio segnando almeno due gol. Ma l’impresa non sembra impossibile, visto che i catalani stanno vivendo un periodo fatto di molte tensioni e pochi successi. Certo, per Gattuso sarebbe importante poter contare anche su Lorenzo Insigne, alle prese con una lesione al tendine dell’adduttore; il suo recupero non è scontato, è corsa contro il tempo. 

Atalanta 

I bergamaschi sono già sicuri di giocare i quarti di finale. Il 12 agosto a Lisbona (allo stadio Da Luz, quello del Benfica, dove il 23 agosto si giocherà anche la finale) affronteranno il Paris Saint Germain. Avversario di grande prestigio, ma fermo da quattro mesi e con Mbappè infortunato. Per l’Atalanta è una grande occasione. La Dea nelle ultime partite di campionato ha denunciato un po’ di stanchezza, ma ci sono ancora otto giorni per ricaricare le batterie.

Tags: Atalanta, Calcio, Champions League, Europa League, Inter, Juve, Napoli, Roma

Share this story: