Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Calcio: inchiesta sull'assegnazione dei Mondiali 2022, Platini respinge le accuse e si dice estraneo ai fatti
- Calcio: inchiesta sull' assegnazione dei Mondiali del 2022 al Qatar, fermato per corruzione Michel Platini
- Portogallo: simposio delle banche centrali, presidente della Bce Draghi, rischio inflazione, Eurozona rimane debole
- Gran Bretagna: il ministro Tria torna a bocciare i minibond, strumento illegale, pericoloso e non necessario
- Pakistan: salvati i quattro alpinisti italiani travolti ieri da una valanga a quota 5.300 metri nel nord del Paese
- Firenze: funerali Franco Zeffirelli, ultimo saluto questa mattina in Duomo, duemila persone per l'addio al regista
- Roma: Andrea Camilleri in rianimazione, gravi ma stabili le condizioni dello scrittore, resta in prognosi riservata
- Roma: Istat, 1, 8 milioni di famiglie italiane vivono in povertà assoluta, pari a circa 5 milioni di persone
- Genova: ricostruzione Ponte Morandi, arrestati due amministratori impresa edile campana, vicina a camorra
- Calcio: mondiali femminili, alle 21.00 Italia-Brasile, in palio primo posto del girone, speciale su Rtl 102.5 dalle 20.50
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
30 dicembre 2018

Comune non riconosce madre genetica, coppia omosessuale fa ricorso

Due donne vanno in tribunale a Riccione per il mancato riconoscimento della madre genetica di due gemelli nati tramite fecondazione eterologa in Spagna

Una coppia di donne ha fatto ricorso contro il Comune di Riccione che ha respinto la richiesta di riconoscimento della madre genetica per due gemelli nati nel 2013 a Rimini, grazie a fecondazione eterologa eseguita in un centro di Barcellona. Una delle due ha donato gli ovuli che, dopo essere fecondati in vitro, sono stati impiantati nell'utero dell'altra. Ma all'anagrafe sono stati registrati solo con il cognome di una, quella che li ha partoriti, mentre l'altra, che ha fornito il patrimonio genetico, al momento non figura. Così c'è stata la richiesta al Comune di riconoscimento di filiazione fuori matrimonio. Pochi giorni fa è arrivato il no: "Abbiamo solo applicato la legge e la legge non prevede due madri", spiega il sindaco Renata Tosi. Di diverso avviso le due donne, assistite dall'avvocato Katia Buldrini, che ha depositato ricorso al Tribunale di Rimini, facendo notare che il mancato riconoscimento dell'altra madre andrebbe a discapito dell'interesse dei minori.

Comune non riconosce madre genetica, coppia omosessuale fa ricorso