Da oggi l’Unione Europea mette al bando piatti e cannucce di plastica. Non si potranno più produrre e usare

Da oggi l’Unione Europea mette al bando piatti e cannucce di plastica. Non si potranno più produrre e usare

Da oggi l’Unione Europea mette al bando piatti e cannucce di plastica. Non si potranno più produrre e usare


Entra in vigore direttiva Sup (Single Use Plastic) dell’Unione Europea, che mette al bando gli oggetti in plastica monouso

Si chiama Sup, Single Use Plastic, è la direttiva europea che mette al bando gli oggetti usa e getta in plastica che più spesso vengono abbandonati (e/o ritrovati) sulle spiagge e nei mari. La direttiva voluta dall’Ue che entra in vigore proprio oggi è stata approvata nel 2019 e mira a ridurre la mole di rifiuti plastici, specialmente nelle acque, di almeno il 50% entro il 2025 e dell’80% entro il 2030. Una direttiva recepita solo quest’anno dall’Italia con una legge nazionale. Da oggi dunque, saranno messi al bando gli oggetti in plastica che non sono biodegradabili al 100% e gli Stati membri dell’Ue dovranno garantire che questi prodotti monouso non saranno più ammessi sul mercato comunitario.


Cosa non si potrà più usare

A partire dal oggi, 3 luglio, sarà vietato usare piatti, posate, cannucce in plastica monouso, ma anche cotton fioc, palloncini, bottiglie con capacità fino ai tre litri, tappi, coperchi, tazze in polistirolo espanso. Vietati anche gli assorbenti igienici, i tamponi, gli applicatori di tamponi e le salviette umidificate. Dovranno cambiare anche i filtri delle sigarette e non sarà più possibile utilizzare oggetti in plastica usati nel mondo della pesca. Questa direttiva costringe il settore del packaging alimentare a reinventarsi, infatti il bando contempla anche i contenitori per i piatti da asporto. Via la plastica oxo-degradabile (cioè quella trattata con sostanze che in natura la fanno frantumare in pezzetti). Da oggi gli unici prodotti che si potranno usare saranno quelli di carta o cartone o al massimo quelli di plastica biodegradabile al 100%. Le aziende avranno comunque tempo di smaltire le scorte.


Il contenzioso Italia-Ue

La nuova legge dell'Unione Europea che mette al bando la plastica monouso però ha creato non pochi attriti in Italia, che è uno dei maggiori paesi produttori di questi prodotti. Il nostro Paese, infatti detiene il 60% del mercato europeo dell’usa e getta e coinvolge 280 aziende che impiegano 2.780 addetti. Il fatturato annuo si aggira sugli 815 milioni di euro. E' in fase di soluzione il contenzioso fra Roma e Bruxelles sulle linee guida per l’applicazione della Sup, approvate a fine maggio. Il governo italiano e Confindustria contestano il fatto che si astato inserito fra gli oggetti monouso da bandire anche quelli in plastica compostabile, che vengono smaltiti rapidamente nell'ambiente, ma anche avere ampliato con le linee guida di maggio il campo dei prodotti vietati, includendo anche gli imballaggi in carta plastificata, che hanno un contenuto di polimero inferiore al 10%. Plastica compostabile e carta plastificata sono due settori nei quali l'industria italiana è molto forte. Il vicepresidente della Commissione europea, Frans Timmermans, e si è impegnato a riesaminare le norme per modificarle.



Argomenti

monouso
plastica
Ue

Gli ultimi articoli di Sergio Gadda

  • Turismo a gonfie vele per l’Italia, il nostro Paese è nella top ten mondiale delle mete

    Turismo a gonfie vele per l’Italia, il nostro Paese è nella top ten mondiale delle mete

  • Gli hacker prendono  di mira videogiochi e giocattoli, è l'allarme degli esperti per la Giornata Mondiale dei Bambini

    Gli hacker prendono di mira videogiochi e giocattoli, è l'allarme degli esperti per la Giornata Mondiale dei Bambini

  • Studentessa 19enne in gita denuncia di essere stata violentata, era su una nave da crociera, arrestati tre francesi

    Studentessa 19enne in gita denuncia di essere stata violentata, era su una nave da crociera, arrestati tre francesi

  • Iran, cade elicottero con a bordo Ebrahim Raisi, il presidente iraniano risulta disperso, difficoltose le ricerche

    Iran, cade elicottero con a bordo Ebrahim Raisi, il presidente iraniano risulta disperso, difficoltose le ricerche

  • Italia divisa in due dal maltempo, persistono i nubifragi al nord, mentre al sud a dominare e il caldo africano

    Italia divisa in due dal maltempo, persistono i nubifragi al nord, mentre al sud a dominare e il caldo africano

  • I cambiamenti climatici influiscono sempre di più sulle nostre vite, il caldo fa aumentare i decessi nel sud Europa

    I cambiamenti climatici influiscono sempre di più sulle nostre vite, il caldo fa aumentare i decessi nel sud Europa

  • Non solo aurore boreali, la tempesta geomagnetica solare che si è abbattuta sulla terra sta creando problemi alle reti elettriche e Gps

    Non solo aurore boreali, la tempesta geomagnetica solare che si è abbattuta sulla terra sta creando problemi alle reti elettriche e Gps

  • Il cantante svizzero Nemo ha vinto l’Eurovision Song Contest 2024, solo settima Angelina Mango

    Il cantante svizzero Nemo ha vinto l’Eurovision Song Contest 2024, solo settima Angelina Mango

  • Ponte del 25 aprile per un italiano su tre, lo sostiene Coldiretti, gettonatissimi gli agriturismi

    Ponte del 25 aprile per un italiano su tre, lo sostiene Coldiretti, gettonatissimi gli agriturismi

  • Oggi, domenica 21 aprile si corre la Liegi-Bastogne-Liegi di ciclismo, è duello Van der Poel-Pogacar

    Oggi, domenica 21 aprile si corre la Liegi-Bastogne-Liegi di ciclismo, è duello Van der Poel-Pogacar