Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roma: in arrivo sulle regioni italiane freddo e vento, una corrente gelida proveniente dalla Russia porterà a un forte calo delle temperature
- Stati Uniti: il presidente Trump oggi visiterà le zone della California devastate dagli incendi, intanto il bilancio è salito a 71 morti, mille gli sfollati
- Roma: oggi si riunirà l'Assemblea Nazionale del Pd per le date di Congresso e Primarie, l'ex ministro Minniti non ha sciolto la riserva sulla corsa alla segreteria
- Folgaria (Tn): un uomo ha ucciso il figlio della compagna, si è barricato in casa e poi si è suicidato, la donna fuggita da una finestra sul retro
- Francia: manifestazioni in tutto il Paese contro il caro carburante, a Pont de Beauvoisin una manifestante è morto travolta da un auto
- Trapani: confiscati beni per un valore di 21 milioni di euro a due imprenditori, sono accusati di essere legati al boss latitante Matteo Messina Denaro
- Calcio: questa sera, a Milano, Italia-Portogallo di Nations League, in 70mila a San Siro, tutti i goal e le emozioni in diretta su Rtl 102.5
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
03 novembre 2018

Dai lama un vaccino-jolly spray contro l'influenza

Dimostrata l'efficacia nei topi contro i virus di tipo A e B

E' piu' vicino un vaccino-jolly universale contro l'influenza: basato su un anticorpo scoperto in cammelli, dromedari e lama, il vaccino e' uno spray nasale che nei primi test condotti sui topi ha dimostrato di combattere con successo i virus influenzali di tipo A e B, i due principali responsabili della malattia negli esseri umani. Messo a punto nella ricerca guidata dall'istituto californiano Scripps e pubblicata sulla rivista Science, il vaccino funziona come una sorta di coltellino svizzero in miniatura, teoricamente in grado di attaccare 60 diverse varianti dell'influenza. I ricercatori hanno messo a punto un nuovo approccio, aggregando insieme in un unico anticorpo "multiuso" tante strutture di anticorpi diverse, riuscendo contemporaneamente a ridurre le dimensioni della proteina fino a scala nanometrica. L'ispirazione e' arrivata da una simile classe di anticorpi prodotti dai camelidi, la famiglia a cui appartengono cammelli, dromedari, lama, alpaca e altri. I primi test sui topi hanno avuto successo: il vaccino li ha resi immuni sia quando iniettato direttamente sia quando somministrato tramite spray nasale, anche a basse dosi. Inoltre i ricercatori hanno dimostrato che gli anticorpi rimangono attivi nell'organismo per nove mesi nei topi e quattro mesi nei macachi rhesus, primati diffusi in Asia. 

Dai lama un vaccino-jolly spray contro l'influenza