Def, a Montecitorio passa per soli tre voti

 10 ottobre 2019

Il centrodestra alla maggioranza: “Riflettete”, il ministro Gualtieri intanto annuncia: “La digital tax da gennaio”

Dopo il Senato pure la Camera ha varato il Documento Economico e Finanziario, ma il Def è stato salvato per un soffio, solo tre i voti sopra il limite minimo per l'approvazione. E le assenze nella maggioranza hanno subito innescato tensioni sulla tenuta della coalizione giallorossa. Con il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri che, nel frattempo, annuncia la tassazione dei gruppi del web, la cosiddetta “digital tax”, da gennaio, mentre la collega Elena Bonetti, titolare delle Pari Opportunità e della Famiglia, garantisce che il bonus per i figli è solamente rinviato, non cancellato. Nella manovra economica in arrivo pure sgravi su decoder e casa. Lunedì prossimo si terrà il Consiglio dei ministri per il varo della legge di bilancio e del decreto fiscale, dentro fra l’altro la confisca dei beni in caso di evasione e gli sconti per i seggiolini salva-vita. Oggi intanto via libera al decreto sul clima, ecobonus anche per le moto ed incentivi per la vendita di prodotti sfusi. E il premier Giuseppe Conte spiega: “L'Italia, in materia di green economy e nella promozione di misure per l'economia circolare, vuole essere protagonista di un'inversione di marcia. E può fungere da traino per l'intera comunità europea, con la scommessa di una 'stretta di mano' tra economia e ecologia”.​
Def, a Montecitorio passa per soli tre voti

Share this story: