Dieci anni fa la morte di Michael Jackson, ricordo sottotono

 25 giugno 2019

Poche le celebrazioni nel decennale della scomparsa del Re del Pop a causa delle recenti accuse contenute nel documentario Leaving Neverland

10 anni fa ci lasciava Michael Jackson. Il decennale della morte del Re del Pop è l'occasione per tornare su una delle più clamorose vicende di ascesa e caduta della storia dello spettacolo. Uno dei geni assoluti del pop, l'incredibile ballerino che ha cambiato il corso della danza, il Peter Pan che non voleva essere nero, è affondato in un gorgo melmoso di incubi da predatore sessuale di ragazzini. Nell'epoca del Metoo nessuno si azzarda a celebrare le sue gesta nel decennale della morte: neanche il suo amico, mentore, produttore Quincy Jones ha trasformato un concerto in programma a Londra per celebrare Jackson in un generico omaggio alle musiche da film. I grandi Network americani non hanno nulla in programma, si parla di un musical a Broadway per l'anno prossimo ma si dice che la produzione sia in difficoltà. Dal punto di vista legale, Michael Jackson era stato assolto dalle accuse di pedofilia: i processi erano iniziati nel 1993, l'assoluzione è del 2003, in mezzo ci sono molti accordi extra giudiziali. Ma il documentario "Leaving Neverland", (Neverland era il nome del suo famigerato Ranch-parco giochi) con le testimonianze di chi ha fatto parte del giro dei "giovani amici" di Michael, ha seppellito sotto un mare di fango qualsiasi accenno alla nostalgia. 
Dieci anni fa la morte di Michael Jackson, ricordo sottotono

Share this story: