Marracash in tour negli stadi nel 2025: è la prima volta per un rapper italiano

Marracash in tour negli stadi nel 2025: è la prima volta per un rapper italiano

Marracash in tour negli stadi nel 2025: è la prima volta per un rapper italiano Photo Credit: agenziafotogramma.it


La tournée partirà a giugno dallo Stadio Comunale di Bibione

Dopo il trionfo del Marrageddon, Marracash è pronto a conquistare gli stadi. È la prima volta che un rapper italiano annuncia un tour di questa portata: se già illustri colleghi hanno battezzato i templi del calcio, nessuno si era mai arrischiato a organizzare un’intera tournée.

MARRACASH NEGLI STADI NEL 2025

Ad anticipare la serie di concerti previsti per il 2025 sono stati dei cartelloni apparsi in giro per Milano e nelle principali stazioni italiane: “MARRA STADI 25 – IL PRIMO TOUR NEGLI STADI DI MARRACASH”. La tournée partirà il 6 giugno dallo Stadio Comunale di Bibione, per poi pare tappa al Maradona di Napoli il 10 giugno, allo Stadio Olimpico Grande Torino del capoluogo piemontese il 14 giugno, San Siro a Milano il 25 giugno, Stadio Olimpico di Roma il 30 giugno per poi chiudersi allo Stadio San Filippo-Franco Scoglio il 5 luglio. Già due anni fa, rispondendo alle domande dei giornalisti al termine di un live al Forum di Milano, l’artista aveva aperto alla possibilità di una tournée di questo tipo: “Farò gli stadi quando potrò fare un tour negli stadi. Farne solo uno è come misurarsi il c***o”. E se l’ultima uscita di Marra risale al 2023, con il “Noi, loro, gli altri” - che seguiva il capolavoro del 2019 “Persona” – dopo l’annuncio del tour è lecito aspettarsi un nuovo album entro il prossimo anno.

IL PREDOMINIO DEL RAP SULLA SCENA MUSICALE

Prima degli stadi c’era il Marrageddon. Il festival urban-rap dello scorso settembre ha segnato un prima e un dopo per Marracash e per la scena rap. Sono accorsi in 140mila tra Milano e Napoli per assistere alla sfilata dei nomi più rilevanti del panorama attuale: insieme al rapper della Barona sul palco anche Paky, Shiva, Fabri Fibra, Salmo, Guè, Tedua. Una rivincita riconfermata anche dal fenomeno Geolier all’Ariston: l’hip-hop non è più per pochi appassionati, è un fenomeno di massa. E a costo di far storcere il naso ai puristi di entrambe le fazioni, il motivo è presto detto: i rapper fanno quello che nel secolo scorso facevano i grandi nomi del rock. Raccontano storie, propongono album tenuti in piedi da un filo conduttore, come dimostrato, tra gli altri, dallo stesso Marracash con “Persona” e da Tedua con “La Divina Commedia”. E ancora, sperimentano con gli strumenti che la musica contemporanea mette a disposizione. Il tour negli stadi di Marracash dimostra e sancisce il primato di una musica che, partita dalle periferie statunitensi, ha conquistato le piazze italiane.



Argomenti

Marracash
Marracash stadi
Marrageddon

Gli ultimi articoli di Benedetta Mannucci

  • Elodie sta per annunciare il primo tour negli stadi

    Elodie sta per annunciare il primo tour negli stadi

  • Beyoncé, un gruppo di New Orleans l'ha accusata di aver violato il diritto d'autore

    Beyoncé, un gruppo di New Orleans l'ha accusata di aver violato il diritto d'autore

  • Sanremo, Carlo Conti conduttore e direttore artistico delle prossime due edizioni

    Sanremo, Carlo Conti conduttore e direttore artistico delle prossime due edizioni

  • Tedua, svelati i feat di "Paradiso", il nuovo album in uscita venerdì

    Tedua, svelati i feat di "Paradiso", il nuovo album in uscita venerdì

  • Måneskin, il ritorno live a Città del Messico tra le voci di scioglimento

    Måneskin, il ritorno live a Città del Messico tra le voci di scioglimento

  • Billie Eilish, fuori il terzo album "Hit Me Hard and Soft"

    Billie Eilish, fuori il terzo album "Hit Me Hard and Soft"

  • Fabio Rovazzi e il furto del telefono: “Tutto finto, una strategia per lanciare il nuovo singolo”

    Fabio Rovazzi e il furto del telefono: “Tutto finto, una strategia per lanciare il nuovo singolo”

  • Eurovision 2024, la Rai si scusa per la diffusione dei dati del televoto: “Errore tecnico”. Israele nuova favorita per la vittoria

    Eurovision 2024, la Rai si scusa per la diffusione dei dati del televoto: “Errore tecnico”. Israele nuova favorita per la vittoria

  • Eurovision 2024, è il giorno di Angelina Mango. Fischi alle prove di Israele

    Eurovision 2024, è il giorno di Angelina Mango. Fischi alle prove di Israele

  • Eurovision 2024, questa sera la prima semifinale: tutto quello che c’è da sapere

    Eurovision 2024, questa sera la prima semifinale: tutto quello che c’è da sapere