Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Francia: gilet gialli, il presidente Macron in televisione assicura la massima intransigenza con i violenti, ma apre ai manifestanti con l'aumento dei salari minimi
- Corinaldo (AN): tragedia in discoteca, otto gli indagati, tra loro anche il ragazzo sospettato di aver spruzzato lo spray e i gestori del locale
- Corinaldo (AN): migliorano le condizioni di 4 dei ragazzi rimasti feriti in discoteca, ora respirano autonomamente, gravi altri 3, ma stabili
- Pavia: spray urticante in una scuola superiore, 30 ragazzi intossicati, episodio simile anche in un istituto di Mantova
- Gran Bretagna: Brexit, il premier Theresa May annuncia il rinvio del voto sull'accordo, ora sarebbe respinto
- Firenze: due medici indagati per la morte di Davide Astori, sono responsabili di centri per l'idoneità allo sport
- Calcio: Champions League, oggi l'ultima giornata della fase a gironi, alle 21.00 Inter-PSV Eindhoven e Liverpool-Napoli
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
22 novembre 2018

Eroina sintetica, cresce la lista delle nuove sostanze

Lo conferma un decreto del Ministero della Salute, resosi necessario dopo gli ultimi casi di decesso registrati in Europa

Cresce la lista delle smart drug, le nuove droghe che simulano l’effetto dell’eroina. Sarebbero usate soprattutto dai giovanissimi e sono dodici le nuove sostanze psicoattive già inserite tra quelle vietate dalla legge. E’ quanto conferma il decreto del Ministero della Salute, che si è reso necessario dopo gli ultimi “casi di decesso registrati in Europa”. Le nuove droghe sintetiche, fabbricate in laboratori clandestini presenti anche in Italia, vengono introdotte di continuo nel mercato illegale. E’ per questo che le autorità aggiornano periodicamente la lista in cui vengono catalogate. 

Eroina sintetica, cresce la lista delle nuove sostanze

Si tratta "di un'arma in più al contrasto di sostanze molto pericolose per la salute", spiega Roberta Pacifici, direttore del Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss). "I trafficanti di stupefacenti – aggiunge – tentano di aggirare la legge mettendo in commercio molecole sempre nuove. La battaglia è quella di intercettarle il prima possibile, inserirle nella lista e, in questo modo, renderle perseguibili".