Giocattoli sempre più inclusivi: arriva la Barbie con l’apparecchio acustico

13 maggio 2022, ore 12:24 , agg. alle 12:54

Sarà disponibile a partire da luglio 2022: Dopo aver assistito alla messa in commercio delle versioni curvy, di quelle con varie pigmentazioni della pelle, e dopo aver proposto una sempre maggiore varietà di mestieri in cui impegnarla, arriva la Barbie con l’apparecchio acustico

Da qualche anno a questa parte sono sempre di più le aziende produttrici di intrattenimento per i più piccoli che si preoccupano di proporre ai bambini giocattoli sempre più inclusivi. L’ultima novità riguarda proprio la bambola più famosa del mondo: la Barbie. Dopo aver assistito alla messa in commercio delle versioni curvy, di quelle con varie pigmentazioni della pelle, e dopo aver proposto una sempre maggiore varietà di mestieri in cui impegnarla, arriva la Barbie con l’apparecchio acustico.


L’apparecchio

L’idea dei produttori è quella di rendere la bambola sempre più aderente al mondo reale, favorendo la normalizzazione di situazioni che potrebbero creare disagio ai più piccoli. La novità dell’apparecchio acustico è stata annunciata nella giornata di ieri all'interno della linea Barbie Fashionistas, per rappresentare le persone con disabilità come la perdita dell'udito, e sarà disponibile a partire da luglio 2022.

Al fine di rendere la bambola il più accurata possibile nella rappresentazione della condizione di chi deve portare un apparecchio acustico, è stata coinvolta la dottoressa Jen Richardson, grande autorità nel campo dell’audiologia educativa. "Sono onorata di aver lavorato con Barbie nel creare un'accurata riproduzione di una bambola con apparecchi acustici. In qualità di audiologo educativo con oltre 18 anni di esperienza nella difesa della perdita dell'udito, ritengo che vedersi riflessi in una bambola sia di ispirazione per coloro che sperimentano la perdita dell'udito. Sono oltremodo entusiasta che i miei giovani pazienti vedano e giochino con una bambola che somiglia a loro".


Il viaggio verso l’inclusione continua

L’idea di introdurre giocattoli inclusivi si configura, nel momento storico e nel panorama attuale, come una vera e propria necessità. Se ci pensiamo, i giochi, oltre a far stare buoni i pargoli per alcuni minuti (alcune ore, se siamo fortunati), a farli divertire e magari a insegnare qualcosa di nuovo, hanno un ruolo fondamentale nello sviluppo dei più piccoli: consentono di elaborare storie. Se è vero, come sostengono molti antropologi e scienziati, che la narrazione è uno dei sistemi principali attraverso cui organizziamo la nostra conoscenza del mondo (Bruner, A Study of Thinking, John Wiley & sons, New York, 1956), la possibilità di avere giocattoli che lo rappresentano in maniera articolata ci permetterà di esperire il reale in modo più preciso e altrettanto sfaccettato.


Giocattoli sempre più inclusivi: arriva la Barbie con l’apparecchio acustico

Non solo Barbie

L’azienda produttrice ha inoltre annunciato che, sull’onda della stessa linea saranno introdotti anche Ken con vitiligine, Ken con capelli morbidi e una nuova Barbie con gamba protesica.

Nel 2021, otto delle prime dieci bambole più popolari della linea Fashionistas a livello globale rappresentavano delle diversità, a testimonianza della popolarità riscossa tra i più piccoli di questa offerta.

"Barbie crede fermamente nel potere della rappresentazione e noi, in qualità di linea di bambole più inclusiva del mercato, ci impegniamo a continuare a introdurre bambole con una varietà di tonalità della pelle, forme del corpo e disabilità capaci di riflettere le diversità che i bambini vedono nel mondo che li circonda. È importante che i bambini si vedano riflessi nel prodotto e che allo stesso tempo siano incoraggiati a giocare anche con bambole che non gli assomiglino per aiutarli a capire e celebrare l'importanza dell'inclusione" ha affermato Lisa McKnight, Executive Vice President and Global Head of Barbie and Dolls, Mattel.


Tags: barbie , disabilità, giocattoli, rtl1025

Share this story: