Governo, nulla di fatto sui sottosegretari, tutto rimandato

 12 settembre 2019

Niente accordo tra Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle, oggi nuovo Consiglio dei Ministri

Niente da fare. La maggioranza, nonostante la fretta di Giuseppe Conte, non riesce a chiudere l'accordo su viceministri e sottosegretari. E il consiglio dei ministri è durato appena 15 minuti. Se ne riparla questa mattina nel cdm convocato per le 9.30. Un po' perché Pd e Cinque Stelle litigano su alcune poltrone chiave, un po' perché all'interno dei pentastellati è scoppiata una grande voglia di entrare nel Governo e i posti in palio sono solo 43. Da dividere con i Dem. E le candidature sono oltre 200. Mentre al Nazareno hanno una lista con 120 pretendenti. Tutto quando invece il premier ha cercato di stringere i tempi sui migranti e ha riunito nella sede del governo i ministri competenti: 'Si è registrata una forte adesione europea al meccanismo di redistribuzione già attivato nelle scorse ore dall'Italia. L'adesione di diversi Stati membri consentirà un'adeguata e sollecita soluzione della vicenda della Ocean Viking”, ha reso noto Palazzo Chigi. E dal Partito Democratico il segretario Nicola Zingaretti e il ministro Dario Franceschini lanciano l’alleanza giallorossa pure per le Regionali, ma i grillini per adesso respingono l’offerta: “Non è all’ordine del giorno”, fanno sapere fonti del Movimento.
Governo, nulla di fatto sui sottosegretari, tutto rimandato

Share this story: