Il 4 marzo il detrito di un razzo spaziale colpirà la luna, non sarà un vettore di Elon Musk, ma un razzo cinese

20 febbraio 2022, ore 08:00

L’astronomo Bill Gray che aveva previsto l’impatto di un razzo sulla luna il prossimo 4 marzo, ha rettificato, sarà cinese e non un vettore di Elon Musk a schiantarsi sul nostro satellite

L'impatto resta confermato per il 4 marzo, ma il detrito spaziale che finirà sulla Luna non è lo stadio di un Falcon 9 della SpaceX di Elon Musk, ma il booster di un razzo cinese il Lunga Marcia 3C usato per la missione Chang'e 5-T1 lanciato nel 2014. Lo ha confermato astronomo Bill Gray ammettendo di avere inizialmente sbagliato i calcoli, confermando però che l’impatto avverrà alle 13.25 (ora italiana). Dunque a schiantarsi sul satellite naturale della Terra sarà un razzo cinese e non uno legato alla compagnia Space Exploration Technologies Corporation del magnate Musk.


L’equivoco

L’astronomo ha spiegato che l’equivoco riguarda l’identità del detrito spaziale siglato WE0913A. Questo misterioso oggetto era stato scoperto il 14 marzo 2015. Inizialmente era stato associato ad un asteroide, poi ad un detrito spaziale, ma l’equivoco è stato poi risolto. Era nato dal fatto che il vettore spaziale era passato vicino alla Luna due giorni dopo il lancio del satellite americano Dscovr. Gray, ma anche altri esperti avevano ipotizzato che quel detrito fosse il secondo stadio del razzo Falcon 9 della compagnia di Elon Musk che era servito per la messa in orbita del satellite americano. Ma si sbagliavano. L’errore è stato evidenziato pochi giorni fa, quando l’annuncio dell’impatto contro la Luna di un razzo ha generato una forte eco mediatica in tutto il mondo. A notare l’anomalia nel calcolo è stato un ingegnere del Jet Propulsion Laboratory della Nasa Jon Giorgini che ha contattato via email Gray spiegando che Dscovr non era passato vicino alla Luna e dunque neanche il razzo poteva aver seguito una simile traiettoria. A questo punto Gray ha esaminato i registri di lancio precedenti al marzo 2015 individuando un altro relitto spaziale: quello del booster del razzo Lunga Marcia 3C, che era misteriosamente scomparso dopo il lancio della missione cinese Chang'e-5 T1 nell'ottobre 2014 e associandolo al detrito spaziale che il prossimo 4 marzo si schianterà sulla Luna alle 13.25 ora italiana.


Il 4 marzo il detrito di un razzo spaziale colpirà la luna, non sarà un vettore di Elon Musk, ma un razzo cinese
Tags: Bill Gray, Elon Musk, Luna

Share this story: