Il conflitto in Medio Oriente. L’Iran sequestra cargo ‘legato a Israele’. Usa, rischio attacco imminente degli iraniani

Il conflitto in Medio Oriente. L’Iran sequestra cargo ‘legato a Israele’. Usa, rischio attacco imminente degli iraniani

Il conflitto in Medio Oriente. L’Iran sequestra cargo ‘legato a Israele’. Usa, rischio attacco imminente degli iraniani Photo Credit: Fotogramma.it


Israele resta in stato di massima allerta. Preoccupazione di Roma per i militari italiani al confine tra Libano e Israele

La tv di Stato dell'Iran ha confermato che una nave da cargo "legata a Israele" è stata sequestrata dalle forze della Repubblica islamica nello stretto di Hormuz. Una prima mossa di Teheran in uno scenario di minaccia dipinto dall’intelligence americana che prevede nelle prossime 24-48 il rischio di un attacco massiccio con 100 droni e decine di missili dall'Iran sul territorio di Israele verso obiettivi militari e governativi. Washington tenterà di intercettare qualsiasi arma lanciata verso lo Stato ebraico, il presidente Biden ha chiesto all’Iran di non attaccare. E il segretario di Stato Blinken ha ribadito che un'escalation non andrebbe a vantaggio di nessuno nella regione. Un rischio che esiste anche per il ministro degli Esteri Tajani che ieri al telefono con il suo omologo iraniano ha invitato alla prudenza preoccupandosi di tutelare i militari italiani che sono al confine tra Libano e Israele. e ha insistito sulla necessità di garantire il traffico mercantile attraverso Suez e il mar Rosso. Mi è stato detto –conclude Tajani- che gli Houthi non attaccheranno mercantili che non portano armi a Israele.

IDF, L'IRAN SUBIRÀ CONSEGUENZE SE AGGRAVA LA SITUAZIONE

A parlare è il portavoce militare Daniel HagariL'Iran subirà le conseguenze della scelta di aggravare ulteriormente la situazione”. Nel comunicato diffuso durante il riposo sabbatico Hagari ha aggiunto che “Israele è in massima allerta. Abbiamo aumentato la nostra disponibilità a proteggere Israele da ulteriori aggressioni iraniane. Siamo anche pronti a rispondere. L'Idf è pronto a tutti gli scenari e intraprenderà i passi necessari, insieme ai suoi alleati, per proteggere il popolo di Israele”. Lo scenario descritto da Hagari è quello di un allargamento del conflitto che in realtà è già avvenuto “L'Iran finanzia, addestra e arma i mandatari del terrorismo in tutto il Medio Oriente e oltre. Hamas, sostenuto dall'Iran, ha iniziato questa guerra il 7 ottobre; Hezbollah, sostenuto dall'Iran, ha ampliato questa guerra l'8 ottobre; e da allora, le milizie appoggiate dall'Iran in Iraq e Siria, e gli Houthi appoggiati dall'Iran nello Yemen, hanno trasformato questo conflitto in un conflitto globale”. L'Iran - ha sottolineato Hagari- “è il più grande Stato sponsor del terrorismo nel mondo. La sua rete terroristica non minaccia solo il popolo di Israele, di Gaza, del Libano e della Siria; il regime iraniano alimenta la guerra in Ucraina e oltre”.

TAJANI, C'E' RISCHIO ESCALATION, HO INVITATO A PRUDENZA MINISTRO ESTERI IRAN

Si dice preoccupato, il capo della Farnesina, dalla situazione molto tesa in Medio Oriente, “i rischi di una escalation ci sono”. Così il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, a margine di un evento di Forza Italia a Milano. “Ieri ho parlato per un'ora con il ministro degli Esteri dell'Iran e ho invitato alla prudenza. Mi sono preoccupato di tutelare i militari italiani che sono al confine tra Libano e Israele - ha aggiunto - e ho insistito sulla necessità di garantire il traffico mercantile attraverso Suez e il mar Rosso. Mi è stato detto che gli Houthi non attaccheranno mercantili che non portano armi a Israele”. Quindi il forte appello alla prudenza, serve una de-escalation non un’escalationPerché poi un attacco provoca una reazione e la reazione provoca la contro-reazione. Il messaggio di pace, positivo, che dà l'Italia, che è un Paese amico di Israele ma che vuole avere dialogo con tutti i Paesi di quell'area - ha chiosato il ministro - è quello di essere tutti quanti sempre più prudenti quando si compiono azioni di tipo militare”.


Argomenti

Escalation
Farnesina
Iran
Israele
Italia
Medio Oriente
Ministro degli Esteri Antonio Tajani
Stati Uniti
Tensione

Gli ultimi articoli di Redazione Web

  • Un meteorite illumina d’azzurro il cielo notturno del Portogallo

    Un meteorite illumina d’azzurro il cielo notturno del Portogallo

  • Scontro tra auto, quattro giovani morti nel Casertano. Tutti ventenni

    Scontro tra auto, quattro giovani morti nel Casertano. Tutti ventenni

  • Al via la stagione della dichiarazione dei redditi, da domani possibile l'invio della precompilata 2024

    Al via la stagione della dichiarazione dei redditi, da domani possibile l'invio della precompilata 2024

  • Oggi, sabato 18 maggio,  visita di papa Francesco a Verona, nel nome della pace

    Oggi, sabato 18 maggio, visita di papa Francesco a Verona, nel nome della pace

  • Jack Savoretti presenta a RTL 102.5 “Miss Italia”: “Avevo bisogno di sentire la mia italianità”

    Jack Savoretti presenta a RTL 102.5 “Miss Italia”: “Avevo bisogno di sentire la mia italianità”

  • Stop gare e partita persa, stretta Fifa contro razzismo sui campi di calcio

    Stop gare e partita persa, stretta Fifa contro razzismo sui campi di calcio

  • Omicidio Sacchi, definitiva la condanna a 27 anni per il killer.  La famiglia della vittima, sentenza giusta

    Omicidio Sacchi, definitiva la condanna a 27 anni per il killer. La famiglia della vittima, sentenza giusta

  • Geolier a RTL 102.5: “Il 31 maggio ci sarò anche io al Radio Zeta Future Hits Live, ci vediamo lì!”

    Geolier a RTL 102.5: “Il 31 maggio ci sarò anche io al Radio Zeta Future Hits Live, ci vediamo lì!”

  • Accolto ricorso, Ilaria Salis ai domiciliari a Budapest. Ora la cauzione poi il braccialetto elettronico

    Accolto ricorso, Ilaria Salis ai domiciliari a Budapest. Ora la cauzione poi il braccialetto elettronico

  • Internazionali BNL d'Italia: Tabilo e Zverev in semifinale. Nel torneo femminile in semifinale le prime tre del mondo

    Internazionali BNL d'Italia: Tabilo e Zverev in semifinale. Nel torneo femminile in semifinale le prime tre del mondo