Il Piper chiuso per 4 giorni per motivi di ordine pubblico, nello storico locale di Roma ripetuti episodi di violenze

Il Piper chiuso per 4 giorni per motivi di ordine pubblico, nello storico locale di Roma ripetuti episodi di violenze

Il Piper chiuso per 4 giorni per motivi di ordine pubblico, nello storico locale di Roma ripetuti episodi di violenze


In 50 e più anni di vita ha visto esibirsi tutti i principali gruppi e cantanti della storia italiana e non solo, dai Pink Floyd ai Genesis, da Patty Pravo a Renato Zero

Un locale che è davvero entrato nel mito. Da oltre 50 anni è punto di riferimento della vita notturna di Roma in particolare. Negli ultimi mesi, però, il Piper Club di via Tagliamento è diventato teatro anche di violenze e risse, tanto che oggi i carabinieri dei Parioli, su disposizione del questore, hanno proceduto alla chiusura della discoteca per quattro giorni per questioni di ordine pubblico.


Tutti i big sono passati dal Piper

Aperto nel 1965, a pochi metri dal quartiere Coppedè, nel quadrante nord della Capitale, il Piper ha rappresentato la risposta italiana ai locali di Londra, delle discoteche di Soho, divenendo punto di ritrovo per tutti gli appassionati della musica beat. Un luogo che ha dettato mode e cresciuto generazioni di giovani e che ha fatto conoscere talenti e lanciato personaggi simbolo della musica italiana e non solo. Al Piper, nei primissimi anni, hanno suonato, ad esempio, i Pink Floyd e i Genesis. Capitava spesso, inoltre, di incontrare Mia Martini, Loredana Bertè, Renato Zero, Nada, Caterina Caselli e Patty Pravo soprannominata "la ragazza del Piper".


I problemi di ordine pubblico

La grande visibilità del Piper, legata agli artisti che si sono esibiti negli anni, è stata, però, in qualche modo un pò offuscata di recente da ripetuti episodi di cronaca, tutt'altro che positivi. Nel 2012 il locale rimase chiuso per 15 giorni a causa di due risse scoppiate nella discoteca. Episodi di violenza che si sono replicati negli ultimi tempi. Nel provvedimento della Questura sono elencati casi di risse e aggressioni avvenute tra la fine del 2021 e il 2022 e proprio nei giorni scorsi su alcuni social network era comparse le immagini di una zuffa avvenuta tra le mura della discoteca. L'ultimo episodio in ordine di tempo risale al 30 aprile scorso e riguarda un minorenne "malmenato e successivamente minacciato da un addetto alla sicurezza". In precedenza, il 7 dicembre del 2021, un uomo che era all'interno del locale, è stato aggredito da altri ragazzi per futili motivi. Il 19 marzo, infine, un nuovo episodio: alcuni giovani, dopo avere partecipato ad un evento all'esterno del locale, sono stati aggrediti da altri coetanei.



Argomenti

chiusura
Piper
Roma

Gli ultimi articoli di Max Viggiani

  • La tutela dei diritti umani è un'esigenza irrinunciabile, lo ha detto il presidente Sergio Mattarella

    La tutela dei diritti umani è un'esigenza irrinunciabile, lo ha detto il presidente Sergio Mattarella

  • Sci, Sofia Goggia torna a vincere in Coppa del Mondo, la portacolori di Rtl 102.5 ha trionfato nel Super G di St. Moritz

    Sci, Sofia Goggia torna a vincere in Coppa del Mondo, la portacolori di Rtl 102.5 ha trionfato nel Super G di St. Moritz

  • Osservatorio Sigep Natale, in ripresa i consumi, boom delle vendite online anche per il panettone artigianale

    Osservatorio Sigep Natale, in ripresa i consumi, boom delle vendite online anche per il panettone artigianale

  • Minorenne tedesca segregata in un maneggio e violentata per anni, è successo alla periferia a nord di Roma

    Minorenne tedesca segregata in un maneggio e violentata per anni, è successo alla periferia a nord di Roma

  • Papa Francesco non si affaccia dalla finestra per l'Angelus, il Pontefice in collegamento video da casa Santa Marta

    Papa Francesco non si affaccia dalla finestra per l'Angelus, il Pontefice in collegamento video da casa Santa Marta

  • Arrestato l'autista del camion che ha provocato, a Reggio Emilia, un incidente con due morti, la sua patente era stata sospesa

    Arrestato l'autista del camion che ha provocato, a Reggio Emilia, un incidente con due morti, la sua patente era stata sospesa

  • La povertà in Italia è ormai un fenomeno strutturale, lo evidenzia il Rapporto della Caritas diffuso oggi

    La povertà in Italia è ormai un fenomeno strutturale, lo evidenzia il Rapporto della Caritas diffuso oggi

  • Il 21% dei giovani soffre di crisi di ansia, ma 1 su 3 si vergogna di chiedere aiuto, lo dice Telefono Azzurro

    Il 21% dei giovani soffre di crisi di ansia, ma 1 su 3 si vergogna di chiedere aiuto, lo dice Telefono Azzurro

  • In Medioriente tacciano le armi, non porteranno mai la pace, così il Papa durante l'Angelus

    In Medioriente tacciano le armi, non porteranno mai la pace, così il Papa durante l'Angelus

  • Motomondiale. In Malesia Alex Marquez su Ducati ha vinto la Sprint Race della MotoGp, domani alle 8 il Gran Premio

    Motomondiale. In Malesia Alex Marquez su Ducati ha vinto la Sprint Race della MotoGp, domani alle 8 il Gran Premio