Importavano marijuana via deep web, sgominata banda pusher 2.0

27 novembre 2019, ore 13:00 | arrestati, deep, droga, web

I giovani acquistavano da Paesi esteri dove è legale la coltivazione per scopi ricreativi o terapeutici

La Guardia di Finanza di Napoli ha neutralizzato un gruppo di spacciatori che importava droga dalla California utilizzando il deep web. I finanzieri hanno sequestrato oltre un chilo di marijuana, che avrebbe fruttato circa 15mila euro e arrestato un 21enne napoletano. Denunciato, invece, un 19enne di San Giorgio a Cremano. L'acquirente è stato individuato quando il plico contenente la droga gli è stato consegnato. I giovani pusher acquistavano sul deep web ingenti quantitativi in Paesi esteri, dove è legale la coltivazione e la vendita per scopi ricreativi o terapeutici. Poi se la facevano spedire con carichi di copertura. Sequestrati un bilancino di precisione, un cellulare e un computer. Il 23enne è accusato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Le fiamme gialle sono ora sulle tracce degli altri componenti la banda di spacciatori 2.0 che operavano a Ponticelli, quartiere della zona orientale di Napoli. Il traffico di droga è stato definito considerevole dagli investigatori.
Importavano marijuana via deep web, sgominata banda pusher 2.0

Share this story: