Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Agrigento: interrogatorio per 6 ore il comandante della Sea Watch, perquisita la nave ancora sotto sequestro a LIcata
- Roma: modifiche al decreto sicurezza, restano le multe per le navi delle ong che non rispettano le regole, saltano quelle per il soccorso ai migranti
- Roma: intercettata busta contenente un proiettile indirizzata a Salvini, il ministro degli interni, non mi fanno paura
- Roma: caso Cucchi, l'Arma dei carabinieri, il ministero della Difesa e il Viminale chiedono di costituirsi parte civile nel processo sui presunti depistaggi
- Roma: torna libera Debora Sciacquatori, la 19enne che ha ucciso il padre violento, accusa derubricata in eccesso colposo di legittima difesa
- Francia: Ocse su situazione economica dell'Italia, secondo l'Economic Outlook crescita stagnante nel 2019, modesta nel 2020
- Bruxelles: via libera dall'Ue, dal 2021 vietati oggetti in plastica monouso come piatti, posate e cannucce
- Gb: Brexit, premier May apre alla possibilità che la Camera dei Comuni voti un emendamento che chieda un secondo referendum
- Mirandola (Mo): incendio nella sede della Polizia municipale, due morti e due feriti, arrestato un nordafricano
- Automobilismo: morto a 70 anni l'ex pilota austriaco Niki Lauda, leggenda della F1, tre volte campione del mondo
- Calcio: corsa alla panchina della Juventus, entra in scena Zidane, buone chances per Sarri, Conte sempre più vicino all'Inter
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
19 febbraio 2019
  1. /

Istat, il fatturato dell'industria cala del 7,3% su base annua

Si tratta della flessione tendenziale più accentuata da novembre 2009

Il fatturato dell'industria italiana, a dicembre 2018, diminuisce del 3,5% rispetto a novembre, subendo il ribasso più forte sul mercato estero. Lo rileva l'Istat, che su base annua segna una caduta del 7,3% (dato corretto per gli effetti di calendario). Si tratta della flessione tendenziale più accentuata dal novembre del 2009. Male anche gli ordinativi dell'industria che, sempre a dicembre, calano dell'1,8% rispetto al mese precedente, a causa delle perdite subite sul mercato estero; su base annua il dato segna una flessione del 5,3% (dato grezzo), la più ampia dal luglio del 2016. Anche sul ribasso tendenziale pesa soprattutto la cattiva perfomance registrata fuori confine. Nella media del 2018 risultano in frenata sia il fatturato che gli ordinativi: la crescita del primo si ferma al 2,3%, dal +5,6% dell'anno precedente (dati corretti per gli effetti di calendario); mentre per le commesse si registra un +2%, in deciso rallentamento a confronto con il +6,3% del 2017 (valori grezzi).

Istat, il fatturato dell'industria cala del 7,3% su base annua