Italia, arriva un’estate tropicale con una tempesta al giorno. Le vacanze al tempo del Covid

20 giugno 2021, ore 15:00

Un’estate calda, a tratti rovente ma aspettiamoci anche fulmini e saette. L’analisi della Coldiretti su dati dell'European Severe Weather Database (Eswd) divulgati in occasione del solstizio d'estate delle ore 5,31 del 21 giugno parla delle conseguenze dei cambiamenti climatici. Altra indagine sulle vacanze degli italiani al tempo del Covid

Arriva l'estate, tra grande caldo e temporali, in una Italia "sempre più segnata da un clima tropicale che ha provocato dall'inizio dell'anno più di una bufera al giorno tra bombe d'acqua, trombe, d'aria, tempeste di fulmini e violente grandinate con danni nelle città e nelle campagne". L'analisi è della Coldiretti su dati dell'European Severe Weather Database (Eswd) divulgati in occasione del solstizio d'estate delle ore 5,31 del 21 giugno. In questa vigilia, già caratterizzata dall'allerta della protezione civile per il maltempo al nord.

ITALIA TROPICALE CON UNA TEMPESTA AL GIORNO

In questo 2021, fin qui, nella Penisola - sottolinea la Coldiretti - si sono contati ben 195 eventi estremi e si conferma la tendenza al surriscaldamento con una temperatura di 0,21 gradi superiore alla media nei primi cinque mesi dell'anno secondo Isac Cnr". Secondo l’associazione siamo di fronte alle conseguenze dei cambiamenti climatici con una tendenza alla tropicalizzazione e il moltiplicarsi di eventi estremi con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo. "L' effetto dei cambiamenti climatici con l'alternarsi di siccità e alluvioni non impatta solo sul turismo ma ha fatto perdere – conclude la Coldiretti - oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra cali della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne con allagamenti, frane e smottamenti".

INDAGINE COLDIRETTI-IXE' SULLE VACANZE DEGLI ITALIANI AL TEMPO DELLA PANDEMIA

Oltre sei italiani su dieci (il 63%) sono disposti a spostare le ferie pur di farsi iniettare la prima o la seconda dose di vaccino, con la paura per il Covid che è più forte della voglia di relax. E' quanto emerge dalla prima indagine Coldiretti-Ixe' sulle vacanze degli italiani al tempo del Covid. Con il passaggio di quasi tutta l'Italia in zona bianca e l'attesa sulla decisione di dire addio all'obbligo della mascherina all'aperto "La tutela della salute resta la priorità degli italiani, solo il 23% preferisce rimandare il vaccino - sottolinea Coldiretti - pur di godersi le ferie, mentre il restante 8% è indeciso". E la scelta di vaccinarsi prima di andare in vacanza è spinta anche, precisa la Coldiretti, dalla possibilità di accedere al green pass che consente di godere di offerte e servizi altrimenti preclusi. "Un attestato che facilita la circolazione dei turisti all'interno delle frontiere Ue compresi i 28 milioni di cittadini europei che prima dell'emergenza sanitaria Covid venivano in vacanza nel Belpaese durante i mesi estivi per un valore di 11,2 miliardi per il sistema turistico nazionale in spese per alloggio, trasporti, divertimenti, shopping, souvenir e alimentazione" conclude la Coldiretti.


Italia, arriva un’estate tropicale con una tempesta al giorno. Le vacanze al tempo del Covid

TRA LE METE PREFERITE GLI AGRITURISMI

A confermare una tendenza alla cautela rispetto ai rischi di assembramenti e contagi, tra le mete privilegiate ci sono quest'anno le oltre 24 mila aziende agrituristiche italiane che, spesso situate in zone isolate della campagna in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all'aperto, sono conclude Coldiretti “forse i luoghi dove è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche secondo Terranostra e Campagna Amica".





Tags: Agriturismi, Clima tropicale, Coldiretti, Estate 2021, Vacanze e vaccini, Vaccini

Share this story: