Luca Cordero di Montezemolo in diretta a Giletti 102.5: “Dopo la mia famiglia, la Ferrari è la cosa più importante della mia vita. Mi manca l’adrenalina”

04 giugno 2021, ore 10:30

Il venerdì mattina dalle 8.00 alle 9.00 in diretta su RTL 102.5, il consueto appuntamento con Giletti 102.5 condotto da Massimo Giletti e Luigi Santarelli


Al centro del programma Giletti 102.5 sempre la stretta attualità e come sempre, microfoni aperti per tutti gli ascoltatori che vogliono dire la loro su tutti i fatti più importanti della settimana, e anche grandi ospiti. Questa mattina l’argomento è l’Italia che riparte dopo la fase pandemica; i dati confortanti sui contagi, uniti a quelli sul prodotto interno lordo di Bankitalia e dell’Ocse.
Nella puntata di oggi la voce di Luca Cordero di Montezemolo.

Il lavoro di Draghi

“Draghi ha portato 3 cose fondamentali: una autorevolezza e una conoscenza dell’Europa e una presenza forte a Bruxelles che è fondamentale per il nostro paese; poi la capacità di aver scelto persone di prim’ordine, il generale Figliuolo con senso dell’organizzazione e la competenza per fare questo, la dottoressa Belloni una donna a capo di tutti i servizi segreti e Gabrielli come sottosegretario per l’interno, stiamo parlando di sicurezza e sanità; il terzo elemento è che Draghi è competente, ma sa anche delegare, così spero che la squadra porti i risultati dato che il lavoro è immane”.
“Penso che Draghi può e potrà recitare sempre di più un ruolo in Europa, non vorrei mettere però sulle spalle di Draghi troppe cose, il tema grosso al di là della pandemia, è del come utilizzare le ingenti risorse che arrivano, sono delle riforme fondamentali che da troppo tempo non vengono fatte nel nostro paese, mi fa piacere vedere un clima con un minimo di senso di squadra nella coalizione che dovrebbe portare a delle riforme”.

La vita con la Ferrari

“Dopo la mia famiglia, la Ferrari è la cosa più importante della mia vita, 26 anni, 19 campionati del mondo. Quando ho cominciato la situazione era difficile, c’era una grande crisi del settore immobiliare mondiale, l’inizio degli anni ’90 fu drammatico, poi tutto andò bene, sia sotto l’aspetto sportivo vincendo tanti mondiali e anche sotto l’aspetto industriale. Mi manca la Ferrari, Modena, la fabbrica, le persone che vi lavorano, l’adrenalina, ma l’importante è sempre guardarsi avanti”.

La nuova sfida Itabus

“I pullman offrono più corse giornaliere, è super economico, non ci sono limiti di bagaglio, si può viaggiare di notte, credo che sia importante per i giovani e per i turisti, c’è la possibilità di servire posti turisticamente importanti, inoltre saremo collegati con stazioni ferroviarie, aeroporti e porti. Itabus sarà un nuovo modo di viaggiare, due autisti, comodità a bordo, quindi ci crediamo molto, sono contento perché dopo Italo che è stata un’impresa titanica, partendo da zero per fare un treno privato”.


La riforma del lavoro

“Il mondo del lavoro si sta modificando, che non è solo lo smartworking, questa è una priorità come la scuola, la giustizia, la sanità. Senza le riforme non arrivano soldi e senza soldi l’Italia sarebbe nel dramma, ma io sono ottimista perché penso che stia arrivando un senso di responsabilità che su queste cose o si marcia uniti o l’attuale classe dirigente politica sarebbe protagonista di una stagione terribile, e di nuovo, non sfruttando le potenzialità, in Europa e non solo, che una persona come Mario Draghi ha”.

Luca Cordero di Montezemolo in diretta a Giletti 102.5: “Dopo la mia famiglia, la Ferrari è la cosa più importante della mia vita. Mi manca l’adrenalina”
Luca Cordero di Montezemolo: credo che Draghi ha portato autorevolezza a Bruxelles
Tags: giletti 102.5, montezemolo, rtl 102.5

Share this story: