Manifestazioni anti G20 pacifiche. In migliaia da Ostiense a Bocca della Verità. Pochi a San Giovanni

30 ottobre 2021, ore 19:30

Tra i partecipanti - meno dei 5mila previsti secondo la Questura - molti giovani, studenti di Fridays for future, rappresentanti dei sindacati di base, attivisti dei movimenti sociali

Sorvegliate speciali le manifestazioni di Roma, per i timori della vigilia sulla possibile infiltrazione di frange violente, si sono invece svolte in modo assolutamente pacifico. Tra slogan, musica e il fumo colorato di qualche torcia il corteo dei movimenti è arrivato alla Bocca della verità e a parlare sono stati gli striscioni pro vaccini e contro i brevetti, tra i messaggi si legge "Voi il G20, noi il futuro" e ancora "Voi la malattia, noi la cura". Tra i partecipanti - meno dei 5mila previsti secondo la Questura - molti giovani, studenti del Fridays for future, rappresentanti dei sindacati di base, attivisti dei movimenti sociali. Un corteo colorato e rumoroso, quasi come se l’obiettivo fosse quello di far arrivare la loro voce a “La Nuvola”, il centro in cui sono riuniti i grandi della Terra. Manifestazione tranquilla anche quella di Piazza san Giovanni, organizzata dai Comunisti Italiani. Dalla connotazione più politica, perché contro il governo Draghi, sulla protesta aleggiava la preoccupazione che potesse unirsi anche il movimento dei No Green pass, ma non è stato così.

SIAMO FUTURO E PRESENTE, SFILA L'ALTERNATIVA AL G20

Bandiere, striscioni, cori e balli. I volti sono quelli di studenti, lavoratori, operai e sindacalisti. Tutti in fila, in un lungo serpentone per le strade della Capitale per manifestare contro il G20. Il corteo anti-vertice va in archivio senza tensioni o disordini, accompagnato da slogan contro il governo e cartelli a favore dei vaccini ma contro i brevetti. La testa del corteo è stata affidata proprio a giovani studenti e studentesse dei Fridays for future. In Piazza Bocca della Verità si sono alternati sul palco gli interventi di alcuni degli organizzatori. "Un mondo migliore non solo è possibile ma oggi è più che mai necessario", le parole di una ragazza, mentre l'aria si colorava dei fumogeni accesi dagli operai Gkn. Al termine i manifestanti hanno fatto dietrofront, sono tornati a Porta San Paolo e Ostiense, per poter rientrare a casa, lì c’è la fermata metro più vicina, considerata la chiusura di Circo Massimo, ma anche gli autobus con cui hanno raggiunto Roma. "Ve l'avevamo promesso e vi abbiamo fatto sentire la nostra voce", il messaggio dei manifestanti ai grandi del mondo, riuniti fino a domani nel quartiere dell'Eur.

Manifestazioni anti G20 pacifiche. In migliaia da Ostiense a Bocca della Verità. Pochi a San Giovanni

A S.GIOVANNI CRITICHE A GREEN PASS,"MAI CON FASCISTI"

"Le piazze non si condividono mai con i fascisti! I fascisti si combattono!". Lo hanno detto dal palco del sit-in di piazza San Giovanni contro Draghi, organizzato dal partito comunista e da altre realtà. Nel corso degli interventi di lavoratori, studenti e organizzatori della manifestazione, sono state diverse le critiche al green pass, definito strumento "senza scopo sanitario", "atto ad imporre una discriminazione" e a "dividere i lavoratori". "Non dimentichiamo i morti di Covid" ha scandito dal palco un manifestante.






Tags: Anti G20, Fridays for future, Manifestazioni, Roma

Share this story: