Matteo Lepore a RTL 102.5: “Le multe per la città a 30 km/h costano di più al comune che ai cittadini”

Matteo Lepore a RTL 102.5: “Le multe per la città a 30 km/h costano di più al comune che ai cittadini”

Matteo Lepore a RTL 102.5: “Le multe per la città a 30 km/h costano di più al comune che ai cittadini”


Il sindaco di Bologna sui nuovi limiti stradali: “Manterremo sei rilevatori: per prendere una multa serve impegnarsi”

Il sindaco di Bologna, Matteo Lepore, è stato ospite su RTL 102.5 in compagnia di Enrico Galletti, Giusi Legrenzi e Massimo Lo Nigro per discutere di “Città 30”, l’ultimo provvedimento di sicurezza stradale della città di Bologna.

“L’OBIETTIVO NON È AUMENTARE LE MULTE”

«È evidente che inizialmente sorgano perplessità e disagi, alcune persone temono di essere multate ad ogni angolo. In realtà, l'obiettivo non è aumentare le multe, bensì ridurre gli incidenti e la velocità, in molte strade ma non in tute. Attualmente Bologna sta andando piano e il limite viene rispettato. Ieri sono state emesse solo due sanzioni, indice che la città è collaborativa. Il primo giorno è stato caratterizzato da cortei, molta politica e strumentalizzazione, nonché una discussione con i sindacati degli autisti degli autobus. È da tempo che abbiamo un tavolo aperto con i sindacati; dopo il periodo di stop a causa del COVID, la carenza di risorse ha generato considerevoli disagi finanziari nelle società di trasporto pubblico. È evidente che i sindacati sfruttino anche queste situazioni legate alla "città 30" per affrontare tematiche che per loro sono di portata complessiva», afferma Matteo Lepore a RTL 102.5. «Se la sperimentazione della "città 30" avrà successo, lo vedremo nei prossimi mesi; da sei mesi stiamo già sperimentando senza sanzioni effettive. Adesso, con l'introduzione delle sanzioni, tutti si rendono conto degli sviluppi imminenti. Confido che, nelle prossime settimane, la comprensione del provvedimento migliori e si evidenzi che le problematiche cittadine non sono legate solo alla velocità stradale». «La questione va considerata anche da un punto di vista diverso: molte segnalazioni dei cittadini riguardano la sicurezza stradale, richiedendo dossi, rallentatori e maggiori misure di sicurezza nei quartieri. Tutti devono contribuire, ma è essenziale garantire un buon servizio pubblico ai cittadini. Va notato che, oltre ai cantieri, Bologna affronta anche il problema delle due torri e la chiusura di importanti arterie», continua.

“MOLTI CITTADINI MI SCRIVONO E CREDONO IN QUESTA SCELTA”

«Ci sono tanti cittadini che mi scrivano e mi dicono che credono in questa scelta, tanti familiari di vittime della strada. All’inizio anche io ero scettico, poi mi ha convito l’incontro con le associazioni familiari delle vittime. L'anno scorso, nel capoluogo, si sono verificate una trentina di vittime, tra motociclisti, pedoni e giovani». Sulla giornata di ieri: «Non mi sono occupato della velocità dell'auto della presidente Meloni, l'incontro è stato positivo e abbiamo firmato un accordo su investimenti significativi per il territorio», dichiara il sindaco di Bologna a Non Stop News.

“PER NOI COSTA DI PIU’ FARE LE MULTE CHE INCASSARE”

«È evidente che ci sia molta disinformazione e strumentalizzazione. Si possono avere tanti dubbi ma se in Europa riescono a rispettare il limite a 30 km/h significa che queste critiche sono infondate. È vero che ci sono delle segnalazioni ma noi abbiamo deciso di non multare ovunque e contro tutti, focalizzandoci su sei luoghi, spostati in base all'incidentalità e alle scuole, con chiare segnalazioni, per prendere una multa ci vuole impegno. Per noi costa di più farle queste multe che incassare, lo facciamo per sensibilizzare i cittadini su sicurezza stradale. Sono multe da ventinove euro, con quella somma non paghiamo il costo per le pattuglie e per i segnalatori. Il signore che è stato multato perché andava a 39 Km/H è stato multato in una strada che ha il limite di 30 da diversi anni, davanti ad una scuola dove un anno e mezzo fa è morta una donna. Se c’è una strada a Bologna dove ha senso fare le multe è quella, e i bolognesi onesti intellettualmente lo sanno», conclude Matteo Lepore a RTL 102.5.


Argomenti

Bologna
Bologna Città 30
Città 30
Limite 30 km/h
Matteo Lepore

Gli ultimi articoli di Redazione Web

  • Maltempo: sull'Italia è arrivato il ciclone tirrenico, pioggia fino al week end, disagi in Liguria e Toscana

    Maltempo: sull'Italia è arrivato il ciclone tirrenico, pioggia fino al week end, disagi in Liguria e Toscana

  • Giuseppe Valditara a RTL 102.5: “Mai parlato del divieto di utilizzo dei tablet, ma non sostituisca carta e penna”

    Giuseppe Valditara a RTL 102.5: “Mai parlato del divieto di utilizzo dei tablet, ma non sostituisca carta e penna”

  • Al via le gare di Moto Gp, Formula Uno e non solo. In Bahrain e Qatar i primi appuntamenti

    Al via le gare di Moto Gp, Formula Uno e non solo. In Bahrain e Qatar i primi appuntamenti

  • AAA cercasi super fan di Taylor Swift per il Victoria and Albert museum per il ruolo di consulente

    AAA cercasi super fan di Taylor Swift per il Victoria and Albert museum per il ruolo di consulente

  • Dargen D'Amico presenta “Ciao America” a RTL 102.5: «Ho una cifra molto italiana ma declinata in stile hip hop»

    Dargen D'Amico presenta “Ciao America” a RTL 102.5: «Ho una cifra molto italiana ma declinata in stile hip hop»

  • Il 10% degli adolescenti ha disturbi social, ma soffrono anche di ansia e dipendenza da videogames

    Il 10% degli adolescenti ha disturbi social, ma soffrono anche di ansia e dipendenza da videogames

  • L’Eurovision si avvicina. Loredana Bertè, i Jalisse e Marcella Bella si sfidano per rappresentare San Marino

    L’Eurovision si avvicina. Loredana Bertè, i Jalisse e Marcella Bella si sfidano per rappresentare San Marino

  • New Hit di RTL 102.5: da questa settimana in onda “Lonely Dancers” di Conan Gray e “Love On” di Selena Gomez

    New Hit di RTL 102.5: da questa settimana in onda “Lonely Dancers” di Conan Gray e “Love On” di Selena Gomez

  • "Tu come stai?”: la nuova rubrica di RTL 102.5 dedicata al benessere

    "Tu come stai?”: la nuova rubrica di RTL 102.5 dedicata al benessere

  • “Sinceramente” di Annalisa è la canzone vincitrice della classifica "RTL 102.5 #Radiofestival" 2024, l’artista ha ricevuto il premio in diretta negli studi di RTL 102.5

    “Sinceramente” di Annalisa è la canzone vincitrice della classifica "RTL 102.5 #Radiofestival" 2024, l’artista ha ricevuto il premio in diretta negli studi di RTL 102.5