Mestre, tre gli indagati per lo schianto del bus costato la vita a 21 persone

Mestre, tre gli indagati per lo schianto del bus costato la vita a 21 persone

Mestre, tre gli indagati per lo schianto del bus costato la vita a 21 persone Photo Credit: agenziafotogramma.it


Due funzionari del Comune di Venezia e l'amministratore delegato del servizio di navetta per cui lavorava l'autista alla guida dal bus precipitato lo scorso 3 ottobre dal cavalcavia di Mestre, in direzione del camping Hu di Marghera

Sono tre gli indagati nell’inchiesta avviata dalla Procura di Venezia per accertare le responsabilità nella strage del bus precipitato da un viadotto a Mestre lo scorso 3 ottobre. Nello schianto hanno perso la vita 21 persone, 15 invece i feriti. I reati ipotizzati dalla pm Laura Cameli sono omicidio stradale, omicidio colposo plurimo e lesioni personali stradali gravi.

I TRE INDAGATI

Alberto Cesaro, dirigente comunale del settore viabilità e mobilità per la terraferma; Roberto Di Bussolo, funzionario per la manutenzione della viabilità stradale; Massimo Fiorese, amministratore delegato de “La Linea”, la società che gestisce il servizio di trasporti per cui lavorava Alberto Rizzotto, l’autista deceduto nell’incidente: sono loro i tre nel mirino della Giustizia. Gli avvisi di garanzia sono legati al conferimento delle perizie tecniche sulle condizioni del cavalcavia e delle barriere di protezione stradale che verranno affidate oggi ai tecnici del magistrato.


GLI INTERROGATIVI DA SCIOGLIERE

Il primo interrogativo che gli inquirenti dovranno sciogliere riguarda l’autista, Alberto Rizzotto. L’autopsia sul corpo del quarantenne trevigiano rivelerà se ha avuto o meno un malore mentre era alla guida del bus precipitato dal cavalcavia. L’altro nodo nelle indagini riguarda lo stato di salute del viadotto: la barriera su cui l’autobus ha strisciato prima di compiere un volo di quasi 15 metri è stata posta sotto sequestro, mentre il tribunale ha acquisito dal Comune tutti i documenti. Tra questi, lo studio di fattibilità della messa in sicurezza del viadotto, redatto nel 2018, in cui veniva descritto come “ammalorato”, così come i guardrail e i lati della carreggiata su cui poggiano. 


Argomenti

bus Mestre
Mestre

Gli ultimi articoli di Benedetta Mannucci

  • Cinquant’anni dalla strage di Piazza della Loggia. Sergio Mattarella: “A Brescia il terrorismo nero colpiva la democrazia”

    Cinquant’anni dalla strage di Piazza della Loggia. Sergio Mattarella: “A Brescia il terrorismo nero colpiva la democrazia”

  • Elodie sta per annunciare il primo tour negli stadi

    Elodie sta per annunciare il primo tour negli stadi

  • Beyoncé, un gruppo di New Orleans l'ha accusata di aver violato il diritto d'autore

    Beyoncé, un gruppo di New Orleans l'ha accusata di aver violato il diritto d'autore

  • Sanremo, Carlo Conti conduttore e direttore artistico delle prossime due edizioni

    Sanremo, Carlo Conti conduttore e direttore artistico delle prossime due edizioni

  • Tedua, svelati i feat di "Paradiso", il nuovo album in uscita venerdì

    Tedua, svelati i feat di "Paradiso", il nuovo album in uscita venerdì

  • Måneskin, il ritorno live a Città del Messico tra le voci di scioglimento

    Måneskin, il ritorno live a Città del Messico tra le voci di scioglimento

  • Billie Eilish, fuori il terzo album "Hit Me Hard and Soft"

    Billie Eilish, fuori il terzo album "Hit Me Hard and Soft"

  • Fabio Rovazzi e il furto del telefono: “Tutto finto, una strategia per lanciare il nuovo singolo”

    Fabio Rovazzi e il furto del telefono: “Tutto finto, una strategia per lanciare il nuovo singolo”

  • Eurovision 2024, la Rai si scusa per la diffusione dei dati del televoto: “Errore tecnico”. Israele nuova favorita per la vittoria

    Eurovision 2024, la Rai si scusa per la diffusione dei dati del televoto: “Errore tecnico”. Israele nuova favorita per la vittoria

  • Eurovision 2024, è il giorno di Angelina Mango. Fischi alle prove di Israele

    Eurovision 2024, è il giorno di Angelina Mango. Fischi alle prove di Israele