Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
- Roma: 74esimo anniversario della Liberazione,Presidente della Repubblica Mattarella, memoria è dovere morale, le vendette inaccettabili
- Milano: 25 aprile, almeno 70mila partecipanti alla manifestazione per commemorare la Liberazione dal nazifascismo
- Roma: 25 aprile, premier Giuseppe Conte, giorno di riscatto per gli italiani, Salvini, tranquilli il fascismo e il comunismo non tornano, Di Maio, la mafia non la combatti andando a Corleone
- Roma: caso Siri, ancora scontro nel governo, Di Maio, il sottosegretario indagato per presunta corruzione si deve dimettere, Salvini, Armando Siri resta dov'è
- Russia: vertice di Vladivostok tra il presidente russo Putin e il leader nordcoreano Kim Jong-Un, soddisfazione su entrambi i fronti
- Sri Lanka: ministro della Salute, il bilancio degli attentati di Pasqua scende, i morti sono 253 e non 359, errore nel conteggio
- Francia: presidente Macron, gilet gialli esprimono sentimento di ingiustizia, non mi interessa candidarmi nel 2022
- Calcio: ritorno delle semifinali di Coppa Italia, in corso Atalanta-Fiorentina, chi vince affronterà la Lazio il 15 maggio
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
01 novembre 2018

Midterm, a New York spunta l'edicola delle fake news

L'idea della Columbia Journalism Review a Bryant Park, nel cuore di Manhattan

Un'edicola temporanea specializzata in fake news: è l'idea realizzata a New York dal magazine Columbia Journalism Review per attirare l'attenzione sul fenomeno delle bufale, in prossimità delle elezioni di metà mandato in America. La novità è comparsa a Bryant Park, nel cuore di Manhattan, per mostrare al pubblico storie errate, teorie del complotto e articoli di propaganda.

Midterm, a New York spunta l'edicola delle fake news

L'obiettivo degli organizzatori è quello di far capire quanto alcune fake news abbiano deteriorato il dibattito e quanto possa essere difficile, a volte, distinguere tra realtà e finzione. "Abbiamo intrapreso questa iniziativa per aiutare le persone a riconoscere la disinformazione. Tradurre le fake news che sono esplose online in uno spazio fisico e inserirle in un ambiente autentico rende queste storie tangibili, in modo tale da costringerci a pensare alla vera fonte delle informazioni", ha spiegato Kyle Pope, editore della Columbia Journalism Review.