Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
-
-
-
- Basilicata: il candidato del Centrodestra Vito Bardi vince le elezioni regionali con oltre il 42% delle preferenze, centrosinistra di Trerotola al 32%, Movimento 5 stelle primo partito ma in netto calo
- Basilicata: elezioni regionali, Salvini su Facebook, 7-0, saluti alla sinistra e ora si cambia l'Europa, Di Maio, battute tutte le liste
- Usa: Russiagate, rapporto del procuratore Mueller, nessuna collusione fra Trump e Mosca, il Presidente americano, no ostruzione, manteniamo grande l'America
- Israele: un razzo partito da Gaza è caduto nei pressi di Tel Aviv, ferite almeno 7 persone
- Palermo: operazione antimafia, duro colpo alla cosca San Lorenzo, effettuati numerosi arresti, indagini grazie a collaboratore di giustizia
- Roma: Stati Generali dell'editoria. Conte, speriamo arrivino proposte innovative
- Roma: sciopero di 4 ore del trasporto aereo, 95 voli cancellati da Alitalia
- Calcio: la Nazionale è a Parma, domani gli azzurri affronteranno il Liechtenstein in una gara per le qualificazioni ai prossimi Europei
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
26 dicembre 2018

Morto in Valmalenco, autopsia, nessun segno violenza

L’ipotesi concreta è che Mattia Mingarelli possa essere stato vittima di un incidente

Nessun segno di violenza e l'ipotesi che Mattia Mingarelli possa essere stato vittima di un incidente. In estrema sintesi è questo l'esito, al momento ancora parziale, dell'autopsia eseguita nel pomeriggio all'ospedale di Sondrio, sul cadavere del 30enne rappresentante di commercio di Albavilla (Como), il cui corpo è stato ritrovato nel bosco la vigilia di Natale da alcuni sciatori sulla seggiovia di Chiesa in Valmalenco. L’ipotesi, da quanto emergerebbe dall’esame eseguito dal dottor Paolo Tricomi di Lecco, e che Mingarelli potrebbe essere stato vittima di un incidente in montagna. Il giovane aveva raggiunto quella stessa zona lo scorso 7 dicembre per trascorrere il weekend dell'Immacolata nella baita affittata dalla famiglia e che si trova vicina al rifugio "Barchi" il cui gestore aveva poi rinvenuto nella neve il cellulare della vittima. L’uomo era stato anche l’ultimo ad averlo visto.

Morto in Valmalenco, autopsia, nessun segno violenza