Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Roma: Andrea Camilleri in rianimazione, gravi ma stabili le condizioni dello scrittore, i medici, fibra forte
- Calcio: inchiesta sull'assegnazione dei Mondiali 2022, Platini respinge le accuse di corruzione, estraneo ai fatti
- Gran Bretagna: il ministro Tria torna a bocciare i minibond, strumento illegale, Salvini, le tasse vanno abbassate
- Portogallo: simposio delle banche centrali, presidente della Bce Draghi, rischio inflazione, Eurozona rimane debole
- Roma: Istat, 1, 8 milioni di famiglie italiane vivono in povertà assoluta, pari a circa 5 milioni di persone
- Firenze: celebrati funerali Franco Zeffirelli, ultimo saluto in Duomo, duemila persone per l'addio al regista
- Genova: ricostruzione Ponte Morandi, arrestati due amministratori impresa edile campana, vicina a camorra
- Calcio: mondiali femminili, alle 21.00 Italia-Brasile, in palio primo posto del girone, speciale su Rtl 102.5 dalle 20.50
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
15 aprile 2019

Mutilavano arti per avere soldi da assicurazione, 42 fermi

È successo a Palermo, tra le 'vittime' consenzienti di turno, di solito persone poverissime, si sospetta anche un morto

Sono 42 i fermi emessi all'alba di oggi dalla Procura di Palermo nell'ambito dell'operazione 'Tantalo 2' che ha sgominato una banda criminale che organizzava finte lesioni gravi per avere dei risarcimenti delle assicurazioni. Le accuse sono di lesioni gravi, usura, estorsione, peculato, truffe assicurative e autoriciclaggio. Tra le persone fermate ci sono anche un avvocato e alcuni periti assicurativi. Per fratturare una gamba usavano dischi di ghisa o blocchi di cemento, per rompere un braccio anche degli anestetici, seppure di bassissima qualità. Il tutto in cambio di poche centinaia di euro da offrire alle 'vittime' consenzienti di turno, di solito persone poverissime che non avevano neppure i soldi per fare mangiare i propri figli. Tra queste c'è  c'è anche un morto, un cittadino tunisino, Hadry Yakoub, al quale sarebbero state somministrate dosi di Crack per evitare che si potesse sottrarre alle lesioni. 

Mutilavano arti per avere soldi da assicurazione, 42 fermi