Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roma: convention M5S per presentare il reddito di cittadinanza,vicepremier Di Maio, se ci sarà recessione mettiamo in sicurezza fasce più deboli
- Roma: convention M5S, Beppe Grillo, questa manovra economica è la più grande mai fatta in Italia
- Roma: migranti, Salvini rilancia dopo attacco al presidente Macron di Di Maio, la Francia è tra i Paesi che impoveriscono l'Africa
- Palermo: blitz anti-mafia all’alba, individuata nuova Cupola di Cosa Nostra, effettuati sette fermi grazie al racconto di due pentiti
- Indonesia: altra forte scossa di terremoto di magnitudo 6.6 a largo delle coste dell'isola di Sumba, nessuna allerta tsunami
- Francia: un aereo scompare dai radar, disperso nei cieli della Manica anche l'attaccante del Cardiff City, l'argentino Emiliano Sala
- Roma: M5S, l'attore Lino Banfi sarà rappresentante per l'Italia nella commissione Unesco
- Cremona: caporalato, migranti sfruttati e pagati tre euro l'ora per raccolta di abiti, eseguiti 4 arresti
- Calcio: Cristiano Ronaldo patteggia con il fisco spagnolo, verserà 18,8 milioni di euro e non sconterà 23 mesi di carcere perchè non ha precedenti penali
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
30 dicembre 2018

Pediatri, per le feste nessun divieto sul cibo ai bambini

Nel periodo successivo no a digiuni, basta tornare alla normale dieta mediterranea

Alla tradizione non si rinuncia. Le feste vanno santificate anche con il buon cibo, dolci compresi. La regola vale soprattutto per i bambini, e a dirlo sono proprio i pediatri. "Il cibo fa parte dell'educazione dei bambini. Quando arrivano le festività i divieti a tavola non sono ammessi", spiega il presidente della Società italiana di pediatria Alberto Villani. "Pandoro, panettone, dolcetti tradizionali non devono essere eliminati dai pasti, ma di sicuro le porzioni non devono essere eccessive". E dopo pranzi e cene, come riportare alla normalità alimentare i bambini? "No a digiuni o a periodi punitivi - dice il presidente Sip - bisogna semplicemente tornare alla normalità della dieta mediterranea". Cioè per i piccoli in età scolare pasti con un primo di 60-80 grammi, un secondo a base di pesce, specie azzurro, due volte a settimana, e tre volte la carne, quindi contorno e un piccolo frutto. Per i ragazzi dai 10 ai 16 anni, se fanno sport, dagli 80 ai 100 grammi di pasta, secondo e contorno. La frutta, volendo, anche a merenda. Fondamentale la colazione, dice ancora Villani, "e in questo periodo festivo al posto di biscotti e cereali, insieme con il latte va bene pure una piccola fetta di panettone".

Pediatri, per le feste nessun divieto sul cibo ai bambini