Scintille Letta-Meloni e accordo vicino tra Calenda e Renzi. Novità sul fronte candidature

10 agosto 2022, ore 18:58

Berlusconi corre per il Senato, Cottarelli ha detto sì a Pd-+Europa e Ilaria Cucchi è candidata con SI-Verdi. Intanto domani, l'atteso faccia a faccia tra Matteo Renzi e Carlo Calenda

Accordi blindati, incontri, oggi quello Calenda-Renzi e candidati. E’ su queste direttrici che si è snodata, ieri, la giornata politica infuocata dal battibecco a distanza tra Letta e Meloni. Il segretario del Pd ha utilizzato il termine “incipriarsi” per spiegare come la leader di Fratelli d’Italia stia cercando di cambiare immagine, "ma laddove –ha aggiunto- tra i riferimenti c’è il partito di destra spagnolo Vox la cosa è un po’ difficile”. La replica di Giorgia Meloni non si è fatta attendere “Noi non abbiamo bisogno della cipria, mentre voi non riuscireste a coprire le vostre contraddizioni neanche con lo stucco”. Poi alla stampa estera la leader di Fratelli d’Italia ha detto che in caso di vittoria alle elezioni non ci sarà alcuna svolta autoritaria, uscita dell'Italia dall'euro e altre sciocchezze di questo genere. Sulle candidature svelate Berlusconi al Senato, Cottarelli per Pd-Più Europa e Ilaria Cucchi per sinistra-verdi. E Conte sarà in più collegi.

CAMPAGNA D’AGOSTO SUI CANDIDATI

Il centrosinistra scalda i motori in vista del 25 settembre e inizia a schierare volti noti della politica e della società civile: la federazione Verdi-Si punta sul 'sindacalista degli ultimi', dei braccianti del Sud Aboubakar Soumahoro e sulla paladina della battaglia della verità sulla morte di Stefano Cucchi, la sorella Ilaria; Pd e +Europa candidano nelle loro liste Mr Spending Review, Carlo Cottarelli. Nel centrodestra si gioca ancora a carte coperte. Tra i papabili candidati: Claudio Lotito (con FI), Maria Giovanna Maglie, Simonetta Matone e Federico Freni (con la Lega), più l'ex candidato sindaco di Napoli Catello Maresca. C'è chi ipotizza anche una riconferma di Umberto Bossi, mentre e' quasi certa quella di Giulia Bongiorno. Dovrebbe essere ricandidata, con qualche mal di pancia interno a FI, anche la deputata Marta Fascina, compagna del leader Silvio Berlusconi.

Scintille Letta-Meloni e accordo vicino tra Calenda e Renzi. Novità sul fronte candidature

RENZI, SE BERLUSCONI TEME IL TERZO POLO VUOL DIRE CHE QUESTA E' LA SOLUZIONE

"Stamattina ho visto che Berlusconi ci attacca e ho detto occhio, questa è la soluzione. Se Berlusconi ci teme perché possiamo portare via voti ai moderati, se il Pd ci teme perché c'è un'ala riformista che tra votare Draghi e Di Maio ci pensa, vuol dire che questa cosa può avere un risultato decisamente superiore ai sondaggi". Lo ha detto Matteo Renzi, al sito della Stampa, parlando del Terzo polo. Il leader di Italia Viva ha annunciato per domani l’incontro con Carlo Calenda ed ha aggiunto "Se andiamo bene sul proporzionale possiamo riportare Draghi a Palazzo Chigi".

Tags: Agenziafotogramma.it, Candidati, Centrodestra, Centrosinistra, Elezioni, Enrico Letta, Fotogramma, Giorgia Meloni, Terzo polo

Share this story: