Siria, Turchia a Trump, non cediamo a minacce di nessuno

 08 ottobre 2019 | siria, trump, turchia

Gli Stati Uniti hanno chiarito che non avverrà il ritiro delle truppe dalla Siria

L’amministrazione Trump ha chiarito che non ci sarà alcun ritiro delle truppe americane dalla Siria, verranno ricollocati in altre basi solo 50-100 uomini delle forze speciali. "Non c'è nessuna luce verde nei confronti della Turchia per un massacro dei curdi, dirlo è da irresponsabili", ha aggiunto un funzionario Usa. Ankara "attuerà presto la sua operazione militare pianificata da tempo nel nord della Siria", aveva annunciato la Casa Bianca dopo una telefonata tra Trump ed Erdogan. Il vicepresidente turco, Fuat Oktay, ha commentato le parole di Donald Trump su eventuali choc all'economia turca in caso il governo di Erdogan superi i limiti nell'imminente operazione militare contro le milizie curde dell'Ypg nel nord-est della Siria. "Il nostro messaggio alla comunità internazionale è chiaro. La Turchia non è un Paese che agisce sotto minaccia", ha dichiarato. Quando si tratta della sua "sicurezza, la Turchia segue la propria strada" e lo fa "a qualunque prezzo", ha aggiunto Oktay, intervenendo a una cerimonia di apertura dell'anno accademico ad Ankara.​
Siria, Turchia a Trump, non cediamo a minacce di nessuno

Share this story: