Stupro di Palermo, torna in carcere anche il minorenne. Trasferiti gli altri sei imputati

Stupro di Palermo, torna in carcere anche il minorenne. Trasferiti gli altri sei imputati

Stupro di Palermo, torna in carcere anche il minorenne. Trasferiti gli altri sei imputati Photo Credit: AgenziaFotogramma.it


A pesare sulla decisione nuovi elementi: l'analisi del cellulare del giovane e alcuni video pubblicati su TikTok dalla comunità. Per gli altri trasferimento in diversi penitenziari siciliani

Si è aggravata la misura cautelare nei confronti dell'allora minorenne del gruppo di 7 ragazzi - tutti di età compresa tra i 18 e i 22 anni - accusati dello stupro di Palermo. Il giovane, diventato maggiorenne qualche giorno dopo la violenza sessuale, dopo un primo interrogatorio era stato collocato in una comunità. Il giudice aveva riconosciuto infatti che avesse compiuto una "rivisitazione critica" del suo comportamento. Ma oggi, tre giorni dopo, nuovi elementi ribaltano la decisione e il ragazzo torna nel carcere Malaspina. 

LE MOTIVAZIONI

Sulla decisione del gip del Tribunale di Palermo ha pesato l’analisi del cellulare del giovane, in cui sarebbe stata trovata una chat in cui il ragazzo parlava in tono divertito di quanto accaduto, il giorno dopo lo stupro. Ma anche una serie di video postati su TikTok, violando le prescrizioni del magistrato, in cui si sarebbe vantato di messaggi ricevuti da ragazze, avrebbe pubblicato frasi come "Chi si mette contro di me si mette contro la morte" e avrebbe "manifestato adesione a modelli criminali", come sostiene il giudice. Da qui la scelta di farlo tornare in carcere: i nuovi elementi infatti suggerirebbero che il giovane non ha compiuto "alcuna rivisitazione critica del suo comportamento". Ma che anzi le ammissioni fornite nel corso del primo interrogatorio sarebbero state rese solo nel tentativo di vedersi attenuare la pena.

TRASFERITI GLI ALTRI SEI

Intanto per gli altri sei accusati dello stupro è iniziato il trasferimento da Palermo ad altre carceri siciliane. La richiesta era stata avanzata dalla direzione dell'istituto penitenziario, nel timore che gli indagati potessero diventare obiettivo di altri detenuti. 


Argomenti

minorenne
stupro di Palermo
TikTok
violenza sessuale

Gli ultimi articoli di Ludovica Marafini

  • Giulio Regeni, dopo otto anni si è aperto il processo a carico dei quattro 007 egiziani

    Giulio Regeni, dopo otto anni si è aperto il processo a carico dei quattro 007 egiziani

  • Medio Oriente, Israele limita l'accesso alla Spianata delle moschee. Hamas invita alla mobilitazione

    Medio Oriente, Israele limita l'accesso alla Spianata delle moschee. Hamas invita alla mobilitazione

  • Firenze, crolla il cantiere di un supermercato. Si scava sotto le macerie, aperta un'inchiesta

    Firenze, crolla il cantiere di un supermercato. Si scava sotto le macerie, aperta un'inchiesta

  • L'accappatoio e la chitarra. Roma omaggia Rino Gaetano con una grande mostra a Trastevere

    L'accappatoio e la chitarra. Roma omaggia Rino Gaetano con una grande mostra a Trastevere

  • Identitalia, la mostra che celebra i marchi storici italiani. Presente anche RTL 102.5

    Identitalia, la mostra che celebra i marchi storici italiani. Presente anche RTL 102.5

  • Vent'anni fa nasceva Facebook, cambiando social e società. Due miliardi gli utenti attivi ogni giorno

    Vent'anni fa nasceva Facebook, cambiando social e società. Due miliardi gli utenti attivi ogni giorno

  • La protesta degli agricoltori infiamma Bruxelles. 1300 trattori per le strade e disordini

    La protesta degli agricoltori infiamma Bruxelles. 1300 trattori per le strade e disordini

  • Incidente di Casal Palocco, Matteo di Pietro patteggia 4 anni e 4 mesi. Non andrà in carcere

    Incidente di Casal Palocco, Matteo di Pietro patteggia 4 anni e 4 mesi. Non andrà in carcere

  • Telepathy, il chip prodotto da Elon Musk impiantato per la prima volta in un cervello umano

    Telepathy, il chip prodotto da Elon Musk impiantato per la prima volta in un cervello umano

  • Re Carlo III ricoverato a Londra. La visita alla principessa Kate prima dell'intervento

    Re Carlo III ricoverato a Londra. La visita alla principessa Kate prima dell'intervento