Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
-
-
-
- Usa: Russiagate, conclusioni procuratore Mueller, nessuna collusione tra Trump e Mosca, Trump, no collusione, no ostruzione, manteniamo grande l'America
- Roma: ius soli, sindaco Milano Sala, Salvini evita il dibattito, polemica dopo le affermazioni del ministro dell'Interno sul bambino di origine straniera che ha lanciato l'allarme dal bus sequestrato nel milanese
- Basilicata: è del 39,73% l'affluenza alle urne alle 19 per le elezioni regionali, si potrà votare fino alle 23, per la presidenza in lizza quattro candidati
- Lecce: il premier Conte, la mia esperienza politica termina con l'attuale governo
- Londra: Brexit, raccolte 5 milioni di firme per revocare uscita dall'Ue, premier May convoca una riunione di crisi
- Torino: giovane violentata nel parco del Valentino, arrestato il presunto aggressore, originario della Guinea e irregolare
- Reggio Emilia: neonato di 5 mesi morto dopo essere stato sottoposto a circoncisione clandestina in casa, i genitori hanno origine ghanese
- Verbania: intera famiglia travolta da un'auto impazzita nel centro di Intra, un morto e tre feriti, due donne sono gravi
- Calcio: l'Italia arrivata a Parma, martedì gli azzurri affronteranno il Liechtenstein in una gara per le qualificazioni ai prossimi Europei
- Sport: Biathlon, Dorothea Wierer vince la Coppa del Mondo, è la prima italiana della storia
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
03 gennaio 2019

Tabacco, arrivano le piante geneticamente modificate

La fotosintesi “turbo” aumenterebbe la produttività del 40%, gli studi sono stati fatti dai ricercatori del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti e dell’Università dell’Illinois

Ottenute piante di tabacco geneticamente modificate, con la fotosintesi “turbo”, al punto da aumentare la produttività fino al 40%, grazie a geni prelevati da batteri, alghe e piante come la zucca. Il risultato potrà aiutare a migliorare la resa di colture alimentari importanti a livello globale, come riso o grano o soia. Descritte sulla rivista Science, le piante sono state ottenute dai ricercatori del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti e dell'università dell'Illinois, guidati da Paul South e Donald Ort. Finora per incrementare i raccolti, si è puntato sull'aumento dell'uso di pesticidi, fertilizzanti e irrigazione, ma il nuovo obiettivo della ricerca è migliorare la produttività delle piante ottimizzando la fotosintesi, ossia il processo grazie al quale le piante convertono la luce solare in energia e producono foglie, legno e semi. Il gruppo guidato da Ort, spiega Roberto Defez del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), “ha messo il 'turbo' alla fotosintesi. In pratica ha fatto come nei motori turbo dove, invece di disperdere i gas di scarico pieni di carburante nell'ambiente, questi vengono reimmessi nel motore fino a consumare i residui di combustibile”. Così “come i motori turbo sono più efficienti, così queste piante sprecano meno energia e producono di più”

Tabacco, arrivano le piante geneticamente modificate