Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
-
-
-
- Roma: bilaterale Italia-Cina, conclusa la cena al Quirinale, presidente Mattarella a Xi, lavorare insieme a scambi liberi-equi
- Roma: Italia-Cina, presidente Xi Jinping, vogliamo Unione Europea unita, aperta e prospera, capo Stato Mattarella, la Via della Seta deve essere a doppio senso
- Bruxelles: presidente francese Macron a Conte, Pechino è un rivale sistemico dell'Ue, non va bene un approccio da piccolo club e singoli Paesi, Tav, un problema italiano
- Milano: bus incendiato a San Donato, interrogatorio Sy, al Gip, ho 'sentito' voci dei bambini morti in mare, la Procura, l'autista deve restare in carcere, è pericoloso
- Gran Bretagna: Brexit, premier May attesa la prossima settimana ai Comuni sulla nuova intesa con l'Ue, Bruxelles propone una proroga fino al 22 maggio
- Roma: intesa tra Alitalia e sindacati, cassa Integrazione per 830 dipendenti, durerà sei mesi
- Napoli: ragazza violentata in stazione Circumvesuviana, torna libero uno dei tre giovani fermati, gli altri due restano in carcere
- Musica: Franco Battiato rassicura tutti, sto meglio, il peggio è passato, sto lavorando a un nuovo brano
- Calcio: qualificazioni a Euro 2020, oggi a Udine, Italia-Finlandia, martedì la Nazionale affronterà il Liechtenstein a Parma
- Basket: Eurolega, Milano-Panathinaikos 83-95
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
17 dicembre 2018

Terrorismo, somalo voleva attaccare San Pietro a Natale

E' quanto emerge dalle intercettazioni telefoniche della direzione distrettuale antimafia di Bari

Il 20enne somalo fermato a Bari per terrorismo voleva attaccare l'Italia. Aveva intenzioni precise: voleva mettere "le bombe a tutte le chiese d'Italia, a cominciare da San Pietro il giorno di Natale. Gli inquirenti della Dda di Bari hanno raccolto alcune intercettazioni captate tra il primo e il 9 dicembre". "Mamma mia... ecco la Chiesa", dice il cittadino somalo aprendo "con ogni probabilità sul display del proprio smartphone la foto di San Pietro". Il suo interlocutore gli risponde: "Però non e' facile, sai com'è là il 24 e il 25 a Natale, che sta Papa, e tanta gente, è pieno pieno pieno". "E' buono - dice il 20enne somalo - persone...pericolose, è buonissimo". Secondo gli inquirenti, il ragazzo somalo il primo dicembre avrebbe cominciato a ragionare sulle "progettualità operative", per poi informarsi, il giorno dopo, sulla distanza che separa Bari da Roma e sui mezzi di trasporto per raggiungere la Città. nIl 9 dicembre, poi, scatta una nuova intercettazione, in cui l'indagato pronuncia la data del 27, senza tuttavia specificare il mese. Questo li ha convinti che "non c'era più motivo di aspettare"."Il 25 dicembre adesso è ravvicinato". "Il 25 è Natale dei cristiani - si sente - le Chiese sono piene". 

Terrorismo, somalo voleva attaccare San Pietro a Natale