Trieste, il sindaco Dipiazza punta il dito contro le manifestazioni no vax per la ripresa dei contagi in città

30 ottobre 2021, ore 17:26

Secondo il sindaco, Trieste è al limite della zona gialla:" ho il terrore di tornare a una Piazza dell'Unità deserta, dove tutto è chiuso, abbiamo rubato un anno e mezzo ai giovani, vogliamo tornare a quel punto?"

I dati sono inequivocabili e segnano una ripresa dei contagi di covid. Per il Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, appena riconfermato alla guida del comune, le responsabilità sono tutte delle manifestazioni dei No vax e dei No Green Pass che, nelle settimane scorse, hanno fatto diventare la città il centro delle proteste contro l’obbligo del certificato verde sui luoghi di lavoro: “Siamo al limite della zona gialla, ci sono state le manifestazioni e questo è il risultato. Un aumento simile dei casi nella mia città non c'era mai stato quindi è stato causato da quelle manifestazioni”, ha dichiarato il primo cittadino triestino. "Ho il terrore di ritornare in una piazza dell'Unità deserta, dove è tutto chiuso, abbiamo rubato un anno e mezzo ai giovani vogliamo ritornare a quel punto?”, si chiede facendo riferimento alla possibilità di dover intervenire con un ordinanza.


"Si valuta un'ordinanza per vietare gli assembramenti"

Il sindaco, per il momento, sta valutando la possibilità di adottare un provvedimento che possa vietare gli assembramenti: “ Con gli uffici comunali stiamo cercando di capire se il sindaco, responsabile della salute dei cittadini, possa fare un'ordinanza di questo tipo. Non voglio che la mia città  grazie a queste manifestazioni vada in zona gialla - ha ribadito - perché sarebbe un disastro per Trieste, l'economia e i giovani pensare di chiudere tutto. Sarebbe una cosa folle, grazie a questi personaggi che non hanno pensato a questo e che pensano solo a essere no vax".

I dati sull'andamento dell'epidemia in Fvg

Secondo i dati diffusi dal vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, nella regione oggi, su un totale di 23.036 test e tamponi, sono state riscontrate 249 nuove positività al Covid 19, pari all'1,08%. Sempre oggi si sono registrati tre decessi (uno a Udine, uno a Trieste e uno a Pordenone); sono 12 (-1) le persone ricoverate in terapia intensiva mentre ammontano a 63 (+2) i pazienti ospedalizzati in altri reparti.


Trieste, il sindaco Dipiazza punta il dito contro le manifestazioni no vax per la ripresa dei contagi in città
Tags: covid, Roberto Dipiazza, Trieste

Share this story: