Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Corinaldo (AN): identificato il ragazzo che avrebbe spruzzato lo spray urticante all'interno della discoteca, il giovane fermato per droga, le due vicende non sono collegate
- Corinaldo (AN): stabili le condizioni dei feriti, addetto alla sicurezza della discoteca Lanterna Azzurra, c'era troppa gente all'interno del locale
- Roma: Salvini, resto favorevole alla TAV e alle altre grandi opere, Di Battista, lotta Gilet Gialli sacrosanta, il M5s li supporti
- Francia: proteste dei gilet gialli, il presidente Macron nelle prossime ore parlerà al Paese
- Paternò (Ct): tragedia familiare, un padre avrebbe ucciso la moglie e i figli di 4 e 6 anni, poi si sarebbe tolto la vita
- Roma: allarme Codacons, nel 2018 stangata sulle bollette, aumenti dell'11% per la luce e del 13% per il gas
- Calcio: serie A, Milan-Torino 0-0, Sassuolo-Fiorentina 3-3, Empoli-Bologna 2-1, Parma-Chievo 1-1, Udinese- Atalanta 1-3, Genoa-Spal 1-1
- Calcio: 3-1 al Boca Juniors, il River Plate ha vinto la copa Libertadores
- Calcio: Leonardo, Ibrahimovic non verrà al Milan, ha deciso di restare ai Galaxy di Los Angeles
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
16 novembre 2018

Ue, raddoppio del risarcimento per i treni in ritardo

In caso di ritardi oltre le due ore, il rimborso sarebbe integrale

Il Parlamento Europeo intende raddoppiare il risarcimento per i ritardi di oltre un’ora, che ad oggi ammonta a un quarto del costo del biglietto. L’intenzione è anche quella di renderlo addirittura integrale per i ritardi oltre le due ore. I deputati hanno adottato la posizione del Parlamento con 533 voti in favore, 37 voti contrari e 47 astensioni. I negoziati sulla formulazione definitiva delle nuove norme non sono ancora iniziati, ma gli elementi già chiari riguardano i risarcimenti e il diritto dei passeggeri di proseguire il viaggio o cambiare il proprio percorso in caso di ritardo. Per evitare che i passeggeri rimangano bloccati dopo una coincidenza persa, quelli con diversi biglietti per un viaggio a più tratte avranno gli stessi diritti all'informazione, all'assistenza e al risarcimento di quelli con un biglietto cumulativo. Sono state infine respinte le richieste di esentare gli operatori ferroviari dal risarcimento in caso di “circostanze eccezionali”.​

Ue, raddoppio del risarcimento per i treni in ritardo