Un imprenditore australiano propone un'Olimpiade per gli atleti dopati

Un imprenditore australiano propone un'Olimpiade per gli atleti dopati

Un imprenditore australiano propone un'Olimpiade per gli atleti dopati Photo Credit: foto agenzia fotogramma.it


“Noi siamo moralmente onesti” ha detto l’umo d’affari australiano che vuole lanciare un’Olimpiade per i dopati

Restituire a Ben Johnson il record dei 100 con 9''79, ma anche riabilitare, nel ciclismo Lance Armstrong. E' il sogno di Aron D'Souza, un imprenditore di Melbourne, in Australia, che sogna di poter organizzare un’Olimpiade del doping. L’uomo d’affari è già al lavoro e ha annunciato che si chiameranno “Enanched Games”, e sarebbero le più eclatanti pseudo-Olimpiadi della storia dello sport, che dovrebbero svolgersi nel dicembre 2024, ovvero pochi mesi dopo i Giochi Olimpici ufficiali, ovvero quelli che si terranno a Parigi. L’intenzione di D’Souza è quello di portare in gara tutti gli atleti disposti a gareggiare senza alcun controllo antidoping, in modo da consentire a chiunque di far uso di sostanze farmaceutiche e chimiche per incrementare le prestazioni.


La legittimità del doping

L’imprenditore australiano, nato a Melbourne, ma operante a Londra, è il presidente di Enanched Games, ovvero un'associazione di atleti, medici e scienziati che sostiene la legittimità dell'uso del doping. Fino ad oggi mai nessuno aveva osato così tanto e al netto dei calcoli di marketing, D’Souza in una conferenza stampa ai media australiani ha sostenuto: "Siamo moralmente onesti". Per contro, Anna Meares, capodelegazione dell'Australia a Parigi '24 ha sostenuto: "Pare uno scherzo, ma è invece un'idea pericolosa e ingiusta". Ma D'Souza insiste sottolineando di avere già avuto il sostegno di due atleti di rilievo internazionale. Ma c’è di più. L’uomo d’affari dà per scontato che questo sogno si avveri e conta di portare alla prima Olimpiade dei dopati circa duemila atleti. A disposizione ci sarebbe un budget milionario e che dunque non sarebbe un problema trovare una città ospitante.


Le discipline ammesse

L’uomo d’affari ha già predisposto tutto e per le prime “Enanched Games”, ci saranno cinque discipline ammesse: atletica, nuoto, pesi, ginnastica e sport da combattimento.


Le convinzioni

"Il modello delle Olimpiadi si è rotto”, sostiene D'Souza “Il Cio è uno stato a partito unico da oltre 100 anni, e ora ha un partito d'opposizione: siamo pronti alla battaglia". L’ideatore delle olimpiadi del doping è convinto che "gli atleti sono adulti e hanno il diritto di fare con il proprio corpo ciò che desiderano: il mio corpo, la mia scelta; il tuo corpo, la tua scelta. Nessun governo, nessuna federazione sportiva paternalistica, dovrebbe prendere tali decisioni per gli atleti, in particolare per quanto riguarda i prodotti regolamentati e approvati dalla Food and Drugs".


Il sito

Il sito di Enanched Games riporta una serie di record sportivi annullati dopo squalifiche doping, ma che questi Giochi del doping rispondono a una curiosità: "Non è solo una questione di riuscire a superare i 100 metri di nove secondi, sono sicuro che lo faremo. Voglio vedere un record mondiale stabilito a 40, 50, 60 anni. La medicina delle prestazioni è la via per la fonte della giovinezza. E niente migliorerà la produttività della nostra società più della prevenzione dell'invecchiamento", sostiene D'Souza. Difficile dire se l'idea andrà in porto. Al momento l’uomo d’affari di Melbourne è riuscito a suscitare l'interesse dei media.



Argomenti

doping
Enanched Games
fotogramma
Olimpiadi

Gli ultimi articoli di Sergio Gadda

  • Il 10% autovelox mondiali sono installati in Italia, peggio di noi solo Russia e Brasile, il Codacons, nessuna traccia dell'osservatorio multe

    Il 10% autovelox mondiali sono installati in Italia, peggio di noi solo Russia e Brasile, il Codacons, nessuna traccia dell'osservatorio multe

  • Il piccolo comune di Montebello Vicentino (Vi) attiva l’assessorato alla gentilezza, contro bullismo e baby gang

    Il piccolo comune di Montebello Vicentino (Vi) attiva l’assessorato alla gentilezza, contro bullismo e baby gang

  • Indiscrezioni della stampa spagnola, l'attaccante francese Kylian Mbappe ha firmato un contratto con il Real Madrid

    Indiscrezioni della stampa spagnola, l'attaccante francese Kylian Mbappe ha firmato un contratto con il Real Madrid

  • Re Carlo III esclude il ritorno del figlio Harry come rappresentante della famiglia reale

    Re Carlo III esclude il ritorno del figlio Harry come rappresentante della famiglia reale

  • Brian Wilson, uno degli artefici dei Beach Boys soffre di demenza, chiesta la custodia legale

    Brian Wilson, uno degli artefici dei Beach Boys soffre di demenza, chiesta la custodia legale

  • I minorenni stanno online fino a tre ore al giorno, usano social e vedono programmi in streaming , lo svela un’indagine

    I minorenni stanno online fino a tre ore al giorno, usano social e vedono programmi in streaming , lo svela un’indagine

  • Sanremo , la terza serata,  in testa Angelina Mango con "La Noia", show di Russell Crowe sul palco dell'Ariston

    Sanremo , la terza serata, in testa Angelina Mango con "La Noia", show di Russell Crowe sul palco dell'Ariston

  • Russell Crowe superospite a Sanremo, Scatenate l'inferno, poi suona con la sua band

    Russell Crowe superospite a Sanremo, Scatenate l'inferno, poi suona con la sua band

  • A Sanremo, Paolo Jannacci e Stefano Massini, il dolore per i morti sul lavoro

    A Sanremo, Paolo Jannacci e Stefano Massini, il dolore per i morti sul lavoro

  • Ramazzotti festeggia i primi 40 anni di "Terra Promessa", dal palco dell'Ariston l'appello "Basta sangue, basta guerra"

    Ramazzotti festeggia i primi 40 anni di "Terra Promessa", dal palco dell'Ariston l'appello "Basta sangue, basta guerra"