Usa, Memphis, polizia uccide un afroamericano, scontri

 13 giugno 2019

Il giovane cercava di scappare dagli agenti, negli scontri ci sono feriti

Tensione e scontri a Memphis, negli Stati Uniti. Le manifestazioni per l'uccisione da parte di un agente di polizia di un ragazzo afroamericano sono iniziate pacificamente e poi si sono trasformate in guerriglia urbana. Il bilancio degli scontri è di almeno 24 agenti feriti e tre persone arrestate. Secondo le ricostruzioni, il 20enne Brandon Webber - sul quale pesavano diversi mandati di cattura - sarebbe stato ucciso mentre cercava di scappare dalla polizia. Contro di lui sarebbero stati sparati venti colpi di arma da fuoco. Webber è stato descritto come un "sospettato violento" dalla polizia, secondo la quale il ragazzo avrebbe puntato un fucile contro gli agenti. Ricostruzione però smentita da alcuni testimoni oculari e sulla quale sono state avviate delle indagini. Nella nottata di scontri sono rimasti feriti anche due giornalisti.
Usa, Memphis, polizia uccide un afroamericano, scontri

Share this story: