10 milioni in viaggio per il ponte del 1 novembre, giro d’affari da 3 miliardi secondo Federalberghi

28 ottobre 2021, ore 17:00

Il 90% di chi si concederà una vacanza resterà in Italia, mentre chi ha scelto le mete estere per il ponte di Ognissanti andrà nelle capitali europee.

Per il Ponte del 1 novembre si metteranno in viaggio 10 milioni e 535 mila gli italiani. La maggior parte ha scelto l’Italia per concedersi una breve vacanza, il 90,5%, mentre il 9,5% ha scelto mete estere. È quanto emerge da una indagine condotta da Federalberghi, dalla quale emerge che il 69,8% di chi resterà nel Belpaese, trascorrerà questi giorni nella propria Regione, soprattutto città d’arte (27,7%), poi le località di montagna (22,5%), mentre il mare sarà la meta del 20,5% dei vacanzieri. Le Grandi capitali europee, invece sono le preferite di chi si recherà all’estero (63,0%).


La spesa

Gli italiani che si concederanno una vacanza durante il ponte di Ognissanti spenderanno in media 388 euro a persone per trasporto, alloggio, cibo e divertimenti. Chi invece si recherà all’estero avrà un esborso maggiore. Secondo i dati di Federalberghi la spesa sarà di circa 558 euro. Per quanto riguarda il giro d’affari generato da questa mini vacanza, si attesterà attorno ai 3,16 miliardi di euro.


Quali le mete scelte

Se le città d’arte sono la meta prediletta della maggior parte di chi resta in Italia, per il ponte del 1 novembre, per quanto riguarda l’alloggio, la casa di parenti e amici sarà la scelta privilegiata per il 26,4% dei vacanzieri, mentre l'albergo sarà il prediletto dal 23,5% di chi si concederà una vacanza. Distanziati invece la casa di proprietà (18,1%) e il bed & breakfast (14,4%). Mediamente le persone che approfitteranno di questa vacanza trascorreranno in media 3,4 notti fuori casa.


Il commento di Federalberghi

“L'emozione per il viaggio sta tornando a farsi sentire. Gli italiani hanno scelto il ponte di Ognissanti per rompere gli indugi e ricacciare indietro la paura del contagio, grazie alla maggior sicurezza acquisita dall'alta percentuale di vaccinati”. Ha detto il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, commentando il risultato dell'indagine relativa al movimento turistico degli italiani nella prima vacanza pre-natalizia, ma anche quella che apre, di fatto la stagione invernale. Questo, ha sostenuto, che si tratta di un segnale di luce, in vista della fine del tunnel per una ripresa del settore dopo il buio dei mesi scorsi dovuti alla pandemia. “Con il decreto reso ufficiale nel Cdm di ieri, gli alberghi si preparano a costruire il futuro per il 2022, auspicando che il turismo straniero torni ad essere centrale” ha concluso Bernabò Bocca.


10 milioni in viaggio per il ponte del 1 novembre, giro d’affari da 3 miliardi secondo Federalberghi
Tags: Federalberghi, Ponte del 1 novembre, vacanza

Share this story: