26 dicembre del 2004 un forte terremoto provocò uno spaventoso tsunami nel Sud-Est asiatico, oltre duecentotrentamila le vittime

26 dicembre del 2004 un forte terremoto provocò uno spaventoso tsunami nel Sud-Est asiatico, oltre duecentotrentamila le vittime

26 dicembre del 2004 un forte terremoto provocò uno spaventoso tsunami nel Sud-Est asiatico, oltre duecentotrentamila le vittime Photo Credit: foto agenzia fotogramma.it


Un violento tsunami provocato da un forte terremoto nel Sud-Est asiatico causò oltre duecentotrentamila vittime, tra cui quaranta italiani, migliaia di dispersi

Erano le 7.58 del 26 dicembre 2004 quando un violentissimo terremoto di magnitudo 9.1 sulla scala Richter colpì la zona dell’Oceano Indiano al largo della costa Nord-Occidentale di Sumatra, in Indonesia. Lo tsunami che ne seguì raggiunse le coste dell’intero sud-est asiatico, lambendo anche quelle dell’Africa orientale. Il maremoto, con onde alte fino a quindici metri provocò oltre duecentomila morti, tra questi anche quaranta italiani e migliaia di dispersi. I Paesi più colpiti furono: Thailandia, Indonesia, Sri Lanka, India, Birmania, Bangladesh e le Maldive. Interi villaggi sulla costa vennero spazzati via dalla furia delle acque, così come diversi resort vennero rasi al suolo, provocando decine di morti tra i turisti che stavano trascorrendo lì le vacanze di Natale.


Il percorso del maremoto

L’epicentro del terremoto, in alto mare, nell'Oceano Indiano, provocò un maremoto le cui onde si propagarono per circa 800 chilometri. In trenta minuti raggiunsero Sumatra, le isole Nicobare e le Andamane travolgendo in maniera devastante ogni cosa che trovavano sulla loro strada. Vennero sommerse spiagge, alberghi, campagne e città. Un’ora e mezza dopo, lo tsunami arrivò a colpire le spiagge del Sud della Thailandia. Anche in questo caso furono spazzati via i resort frequentati dai turisti, che quel giorno erano affollatissimi. Passarono altri 30 minuti e fu colpito lo Sri Lanka, quindi le onde raggiunsero il Sud dell'India e le Isole Maldive. L’onda anomala non accennava a fermarsi e dopo sei ore arrivò sulla costa africana della Somalia.


Le immagini

Terrificanti le immagini trasmesse dalle tv di tutto il mondo. Vacanzieri e abitanti che vagavano tra le macerie alla ricerca di parenti o amici, volti distrutti dal dolore e dalla paura. Gente che in pochi secondo aveva perso tutto. Case, lavoro, parenti e amici. Spiagge piene di detriti, case crollate, macerie ovunque. Passato il maremoto, nei giorni seguenti iniziarono gli appelli per la ricerca di dispersi. Le foto delle persone ancora mancanti all’appello erano appese ovunque. Le vittime furono oltre 230 mila, almeno 1,5 milioni di sfollati solo in Sri Lanka, 100mila in India, quasi 30mila in Thailandia, più altre centinaia di migliaia in Indonesia.


Uno degli eventi più catastrofici

Il terremoto di magnitudo 9.1 con epicentro l’Oceano Indiano è a tutt’oggi il terzo più violento degli ultimi sessantanni. Il peggiore è stato quello che devastò Valdivia in Cile, il 22 maggio 1960 con magnitudo 9.5, seguito da quello in Alaska del 1964 di magnitudo 9.2 sulla scala Richter.



Argomenti

Oceano Indiano
tsunami
fotogramma
terremoto

Gli ultimi articoli di Sergio Gadda

  • Il 10% autovelox mondiali sono installati in Italia, peggio di noi solo Russia e Brasile, il Codacons, nessuna traccia dell'osservatorio multe

    Il 10% autovelox mondiali sono installati in Italia, peggio di noi solo Russia e Brasile, il Codacons, nessuna traccia dell'osservatorio multe

  • Il piccolo comune di Montebello Vicentino (Vi) attiva l’assessorato alla gentilezza, contro bullismo e baby gang

    Il piccolo comune di Montebello Vicentino (Vi) attiva l’assessorato alla gentilezza, contro bullismo e baby gang

  • Indiscrezioni della stampa spagnola, l'attaccante francese Kylian Mbappe ha firmato un contratto con il Real Madrid

    Indiscrezioni della stampa spagnola, l'attaccante francese Kylian Mbappe ha firmato un contratto con il Real Madrid

  • Re Carlo III esclude il ritorno del figlio Harry come rappresentante della famiglia reale

    Re Carlo III esclude il ritorno del figlio Harry come rappresentante della famiglia reale

  • Brian Wilson, uno degli artefici dei Beach Boys soffre di demenza, chiesta la custodia legale

    Brian Wilson, uno degli artefici dei Beach Boys soffre di demenza, chiesta la custodia legale

  • I minorenni stanno online fino a tre ore al giorno, usano social e vedono programmi in streaming , lo svela un’indagine

    I minorenni stanno online fino a tre ore al giorno, usano social e vedono programmi in streaming , lo svela un’indagine

  • Sanremo , la terza serata,  in testa Angelina Mango con "La Noia", show di Russell Crowe sul palco dell'Ariston

    Sanremo , la terza serata, in testa Angelina Mango con "La Noia", show di Russell Crowe sul palco dell'Ariston

  • Russell Crowe superospite a Sanremo, Scatenate l'inferno, poi suona con la sua band

    Russell Crowe superospite a Sanremo, Scatenate l'inferno, poi suona con la sua band

  • A Sanremo, Paolo Jannacci e Stefano Massini, il dolore per i morti sul lavoro

    A Sanremo, Paolo Jannacci e Stefano Massini, il dolore per i morti sul lavoro

  • Ramazzotti festeggia i primi 40 anni di "Terra Promessa", dal palco dell'Ariston l'appello "Basta sangue, basta guerra"

    Ramazzotti festeggia i primi 40 anni di "Terra Promessa", dal palco dell'Ariston l'appello "Basta sangue, basta guerra"