Atp Montecarlo. Musetti batte il numero 1 al mondo, Djokovic. Ora è derby italiano, domani Musetti affronta Sinner

Atp Montecarlo. Musetti batte il numero 1 al mondo, Djokovic. Ora è derby italiano, domani Musetti affronta Sinner

Atp Montecarlo. Musetti batte il numero 1 al mondo, Djokovic. Ora è derby italiano, domani Musetti affronta Sinner Photo Credit: Fotogramma.it


Impresa di Lorenzo Musetti a Montecarlo, manda Novak Djokovic ko in tre set e ora sarà derby con Jannik Sinner nei quarti. Un infortunio, invece, ha costretto al ritiro Matteo Berrettini

Lorenzo Musetti compie una vera e propria impresa a Montecarlo battendo, in rimonta, il numero 1 al mondo Novak Djokovic (4-6, 7-5, 6-4) e conquistando i quarti di finale dove, domani, affronterà Jannik Sinner in un derby azzurro con vista sulla semifinale del terzo Masters 1000 stagionale. Quella del toscano contro Djokovic è una vera e propria maratona, durata circa tre ore con tanto di interruzione per la pioggia a metà del terzo set. Musetti diventa così il quarto italiano capace di battere il serbo numero 1 al mondo dopo Volandri, Cecchinato e Sonego.

IL MATCH E LA RIMONTA

 L'azzurro è stato bravo a cambiare gioco e atteggiamento da metà del secondo set, quando sotto 2-4, ha cominciato a variare e dominare gli scambi, complice anche un Nole fasciato (gomito e coscia) e falloso (46 errori gratuiti). Lo stop per pioggia ha dato ulteriore carica a Musetti che ha portato a termine l'impresa. "Vittoria incredibile, faccio fatica a contenere le lacrime - ha detto a caldo il toscano -. Ho annullato un palla break sul 5-4 dopo avere avuto due match-point, mi era tremata la mano per paura di vincere. Sono contentissimo, non posso descrivere quello che sto provando: sto sognando".

IL DERBY TRA AMICI, RITIRO INVECE PER BERRETTINI

Domani la sfida con Sinner che regalerà all'Italia un sicuro semifinalista: "Sarà divertente, non voglio pensarci troppo - ha proseguito Musetti -. Bisognerà riposarsi prima di sfidare un amico". La giornata monegasca si era aperta appunto con l'ottavo tra l'altoatesino e Hubert Hurkacz: a un punto dalla sconfitta, sull'orlo del baratro, dopo una partita fin lì tutt'altro che brillante, Jannik Sinner ribalta la scena. Salva un match point, rimonta e vince 3-6, 7-6, 6-1. "E' stata una partita molto dura, non è stato facile entrare in ritmo - le parole di Sinner -. Nel primo set lui ha servito alla grande. Quando gli ho fatto il break nel secondo set ho sentito che la partita iniziava un po' a cambiare. Ma avrebbe potuto vincere anche Hubert, ha avuto anche un match point. Non ho giocato il mio miglior tennis, ma non c'era ritmo. E' stata la prima vera partita su terra della stagione". Nei momenti difficili, ha aggiunto, "sento molto l'energia del pubblico. Qui i tifosi hanno fatto molto rumore dopo quel punto, ci sono tanti italiani e cerco di assorbire la loro energia: mi aiuta". Per due set, Hurkacz serve meglio ma alla distanza il rendimento di Sinner incoraggia: 58% di prime in campo e 75% di punti, con un significativo 57% di resa con la seconda contro il 35. E' invece costretto al ritiro prima ancora di scendere in campo nel suo ottavo contro il danese Holger Rune, Matteo Berrettini. Un nuovo infortunio costringe il romano alla resa. Con un post in inglese sul suo profilo Instagram Berrettini ha annunciato il ritiro per una lesione agli addominali obliqui. "Non so da dove cominciare... stavo finalmente trovando il mio livello e tornando dove volevo essere... questo è davvero difficile. Ho sentito un po' di dolore nella partita di ieri, molto peggiorato nella notte. La risonanza ha evidenziato uno strappo di grado 2 nel muscolo obliquo interno. Non posso ringraziarvi abbastanza per il vostro supporto, è ciò che mi fa superare questi momenti difficili".


Argomenti

Jannik Sinner
Lorenzo Musetti
Masters 1000 Montecarlo
Novak Djokovic
Tennis

Gli ultimi articoli di Redazione Web

  • Wimbledon: Djokovic doma Musetti, finale bis con Alcaraz. L'Azzurro cede in 3 set, il serbo vuole la rivincita sull'iberico

    Wimbledon: Djokovic doma Musetti, finale bis con Alcaraz. L'Azzurro cede in 3 set, il serbo vuole la rivincita sull'iberico

  • Serena Mollicone, la famiglia Mottola assolta ancora, è finito incubo creato da stampa. Sorella vittima, amareggiata

    Serena Mollicone, la famiglia Mottola assolta ancora, è finito incubo creato da stampa. Sorella vittima, amareggiata

  • La Chiesa riceve il 70% dell'8 per Mille nonostante il calo delle scelte dei contribuenti

    La Chiesa riceve il 70% dell'8 per Mille nonostante il calo delle scelte dei contribuenti

  • La fuga e oggi la cattura. Giacomo Bozzoli era nascosto nel cassettone del letto matrimoniale della sua villa sul Garda

    La fuga e oggi la cattura. Giacomo Bozzoli era nascosto nel cassettone del letto matrimoniale della sua villa sul Garda

  • Fedez preoccupa i fan: nuova gastroscopia dopo una perdita di sangue

    Fedez preoccupa i fan: nuova gastroscopia dopo una perdita di sangue

  • Presentata la nuova stagione di SkyTG24, De Bellis, "alleanza tra TV per i confronti"

    Presentata la nuova stagione di SkyTG24, De Bellis, "alleanza tra TV per i confronti"

  • New Hit di RTL 102.5: tutti i nuovi successi in rotazione da questa settimana sulla prima radio d’Italia

    New Hit di RTL 102.5: tutti i nuovi successi in rotazione da questa settimana sulla prima radio d’Italia

  • Nel Regno Unito catturato l’uomo che ha ucciso tre donne con la balestra

    Nel Regno Unito catturato l’uomo che ha ucciso tre donne con la balestra

  • Calcutta abbandona l’etichetta discografica Warner per sostenere la compagna contro Morgan

    Calcutta abbandona l’etichetta discografica Warner per sostenere la compagna contro Morgan

  • La Spagna è in finale di Euro2024. Battuta la Francia 2 a 1 in semifinale nel segno di Lamine Yamal

    La Spagna è in finale di Euro2024. Battuta la Francia 2 a 1 in semifinale nel segno di Lamine Yamal