Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
-
-
-
- Roma: il presidente cinese Xi Jinping, sarà oggi al Quirinale, la città è blindata, il Presidente Mattarella in vista della firma del memorandum sulla via della seta, serve trasparenza e investimenti in infrastrutture
- Milano: tentato attacco al bus degli studenti, il conducente, avevo in mente da tempo un gesto così, l'ho fatto per non far venire gli africani in Italia, volevo usare i ragazzi solo come scudo, per andare a Linate a prendere un aereo
- Milano: indagini in corso sul passato dell'autista del bus che ha ieri tentato una strage, non risultano legami con organizzazioni terroristiche islamiche
- Londra: il limite per la proroga breve per la Brexit dovrebbe essere l'11 aprile, la data entro la quale il Regno Unito potrebbe notificare la sua partecipazione alle elezioni per il Parlamento europeo.
- Roma: bufera sui Cinquestelle per inchiesta stadio Roma, indagato assessore allo Sport, Daniele Frongia, Marcello De Vito, già arrestato per la stessa vicenda, non risponde al giudice, secondo Di Maio per Frongia arriverà l'archiviazione
- Catania: caso Diciotti, il Tribunale dei ministri accoglie richiesta della Procura etnea, archiviazione per premier Conte, vicepremier Di Maio e ministro Toninelli.
- Castelvetrano (Tp): scoperta una loggia massonica segreta, 27 in manette, ci sono anche l'ex presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana e tre agenti di polizia
- Calcio: Uefa,i 20mila euro di multa a Cristiano Ronaldo per il gestaccio al termine di Juventus-Atletico Madrid, nessuna squalifica in Champions League.
- Calcio: caso Icardi, il centravanti è tornato ad allenarsi, dopo cinque settimane, con i compagni dell'Inter ad Appiano Gentile, per il momento società e calciatore proseguono insieme
- Calcio: qualificazioni europee, sabato a Udine si comincia con Italia-Finlandia, verso il tutto esaurito, Chiesa assente per un infortunio, Florenzi in dubbio
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
17 marzo 2019

Caso Scopelliti, un pentito parla di patto mafia-ndrangheta

Tra i partecipanti all'accordo anche il super latitante Matteo Messina Denaro

Nuovi sviluppi nel caso dell’omicidio dell’alto magistrato Antonino Scopelliti. Dopo quasi ventotto anni dal fatto il pentito catanese Maurizio Avola avrebbe raccontato al procuratore aggiunto di Reggio Calabria Giuseppe Lombardo, coordinatore della nuova inchiesta sul delitto, che ci sarebbe stata una riunione tra Cosa nostra e ‘ndrangheta per decretare l’omicidio del magistrato. Nel summit, tenutosi a Trapani nella primavera del 1991, boss mafiosi avrebbero raggiunto un accordo per eliminare Scopelliti, magistrato di Cassazione che avrebbe dovuto sostenere l’accusa nel maxiprocesso alla mafia. Secondo le dichiarazioni del pentito, all'incontro avrebbe preso parte anche il super latitante Matteo Messina Denaro. Pochi mesi dopo, il 9 agosto 1991 in località "Piale" di Villa San Giovanni un commando composto da siciliani e calabresi entrò in azione uccidendolo. Gli indagati per l'omicidio hanno ricevuto un avviso di garanzia finalizzato all'affidamento di una perizia tecnica su alcuni reperti, tra cui un borsone, alcune buste e un fucile calibro 12.50 ritrovato la scorsa estate nel catanese e che sarebbe, a detta del pentito, una delle armi utilizzate per l'omicidio del magistrato. L'ipotesi dell'accordo tra mafia e 'ndrangheta era stata presa in esame sin dall'epoca del delitto, tanto che i vertici della "cupola" finirono a processo. Boss del calibro di Bernardo Provenzano, Giuseppe Calò, Bernardo Brusca, Nitto Santapaola ed i fratelli Giuseppe e Filippo Graviano, furono però assolti in via definitiva.

Caso Scopelliti, un pentito parla di patto mafia-ndrangheta