Concluso il Festival del cinema di Cannes, premio della Giuria al film italiano “Le otto montagne”

28 maggio 2022, ore 22:47

C’è gloria anche per l’Italia al festival del Cinema di Cannes, il film “Le otto montagne” girato in Valle d’Aosta ha ottenuto il premio della giuria ex aequo con “EO “del regista polacco Jerzy Skolimowsky

Si è conclusa la settantacinquesima edizione del festival del cinema di Cannes che ha premiato con la Palma d'oro, il film “”Triangle of Sadness” del regista svedese Ruben Östlund, (che fu già vincitore in terra di Francia con “The Square” nel 2017). Questa volta la giuria ha voluto premiare la sua pellicola satirica che frantuma i ruoli sociali e le barriere di classe. Ma c’è gloria anche per l’Italia, nel palmares finisce anche il film “Le otto montagne” una produzione e set italiano, il film che prende spunto dal romanzo di Paolo Cognetti è stato girato in Valle d’Aosta, ha ottenuto il Premio della Giuria. Protagonisti della pellicola sono Luca Marinelli e Alessandro Borghi. Il film italiano è stato premiato ex aequo con “EO “del regista polacco Jerzy Skolimowsky.


Le otto montagne

Il film che ha vinto il Premio della Giuria è tratto dall'omonimo libro di Paolo Cognetti (edito da Einaudi, vincitore del Premio Strega nel 2017) ed ha al centro della storia un’amicizia, quella tra Pietro e Bruno. Il primo è un ragazzo che vive in città e che si reca a Grana in Valle d'Aosta per le vacanze estive, mentre il secondo è un pastore che vive tutto l’anno in mezzo ai monti. Col tempo i due (Pietro è interpretato da Luca Marinelli) e Bruno (Alessandro Borghi) sono diventati adulti, a rinnovare la loro amicizia è il padre di Pietro che si è fatto promettere dal Bruno che avrebbe restaurato una baita in alta montagna, che cementerà ancora di più la loro amicizia. Ma il destino li porterà lontano. Il primo cercherà la sua montagna in Tibet, Bruno non lascerà mail la propria terra. Con 'Le otto montagne" il cinema italiano ancora protagonista". È stato questo il commento del Ministro della Cultura, Dario Franceschini, alla notizia del Premio della Giuria vinto dai registi Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch.


Questi tutti i premi

E questo è il Palmares completo dei premi assegnati alla 75esima edizione del Festival di Cannes:

Palma d'Oro a TRIANGLE OF SADNESS di Ruben Ostlund.

Grand Prix ex aequo a CLOSE di Lukas Dhont e a STARS AT NOON di Claire Denis

Premio per la miglior regia a Park Chan-Wook per HEOJIL KYOLSHIM (Decision to leave)

Premio speciale della 75esima edizione del Festival a TORI AND LOKITA (TORI ET LOKITA) di Jean-Pierre & Luc Dardenne

Premio della Giuria ex aequo a LE OTTO MONTAGNE (LES HUIT MONTAGNES) di Charlotte Vandermeersch e Felix Van Groeningen e a EO di Jerzy Skolimowski

Miglior attore Song Kang-Ho per BROKER di Kore'Eda Hirokazu

Migliore sceneggiatura a BOY FROM HEAVEN (WALAD MIN AL JANNA) di Tarik Saleh

Migliore attrice Zar Amir Ebrahimi per HOLY SPIDER (LES NUITS DE MASHHAD) di Ali Abbasi

Camera d'Or a WAR PONY di Riley Keough e Gina Gammell, presentato nella selezione ufficiale di Un Certain Regard

Palma d'oro per il miglior cortometraggio a THE WATER MURMURS (HAI BIAN SHENG QI YI ZUO XUAN YA) di Jianying Chen.




Concluso il Festival del cinema di Cannes, premio della Giuria al film italiano “Le otto montagne”
Tags: Le otto Montagne, Cannes, festival del cinema di Cannes

Share this story: