Coronavirus, vice ministro economia Misiani a RTL 102.5: "Stop ai mutui, ma non a tutte le tasse”

11 marzo 2020, ore 10:29 , agg. alle 12:22

Intervistato a Non Stop News l'esponente del governo ha fatto il punto sui provvedimenti di natura economica a cui si sta lavorando per fronteggiare il coronavirus

"Dobbiamo fare un discorso di verità agli italiani, la via maestra per far ripartire un'economia che rischia di bloccarsi è uscire dall'emergenza sanitaria. Prima rimetteremo sotto controlla la situazione, prima ripartirà l'economia, e per farlo non basta il sistema sanitario. Il primo punto è cambiare i comportamenti di ognuno di noi rimanendo a casa il più possibile, limitando al minimo indispensabile le nostre relazioni sociali, è quello che sta facendo la stragrande maggioranza degli italiani perché c'è una consapevolezza generale dei rischi che corriamo e della necessità che ognuno di noi faccia la propria parte, anche la politica e le istituzioni cercheranno di fare la propria. Noi stiamo costruendo un decreto legge che, innanzitutto, aggiungerà risorse al SSN perché c'è bisogno di assumere medici, infermieri, di acquistare attrezzature e tutto quello che serve per garantire le cure. Dobbiamo aiutare la Protezione Civile che sta sopportando uno sforzo straordinario, e questo è il primo punto: sanità, protezione civile, forze dell'ordine, la sicurezza dei cittadini. Il secondo punto è evitare che ognuno perda il posto di lavoro per effetto dell'emergenza sanitaria e per questo rafforzeremo la cassa integrazione e gli ammortizzatori sociali garantendola a tutti i dipendenti, a prescindere dalla dimensione dell'impresa e stiamo costruendo meccanismi anche a sostegno dei lavoratori precari, delle partite IVA, dei professionisti, in un paese in cui la rete di protezione sociale è oggettivamente più fragile per queste categorie di lavoratori. Poi bisogna garantire la liquidità alle imprese e alle famiglie e per questo stiamo costruendo con ABI e con Banca d'Italia una moratoria molto estesa, un blocco sostanziale del pagamento dei mutui per le imprese e per le famiglie e il mantenimento delle linee di credito aperto, perché quello che dobbiamo evitare è che manchi la liquidità alle imprese ,in particolare in un momento di difficoltà. Dobbiamo cercare di dare una mano anche alle famiglie perché è chiaro che un milione di famiglie italiane che devono fare i conti con il blocco delle scuole fino ad aprile devono riorganizzarsi, per questo vogliamo estendere i congedi parentali e garantire un buono per l'acquisto dei servizi di assistenza dei figli. Chiaro che il massimo sforzo ricada sulle famiglie stesse ma noi stiamo cercando di fare il possibile per alleviare una situazione senza precedenti e che dobbiamo tutti cercare di affrontare dando il meglio di noi stessi". Lo ha detto Antonio Misiani, vice ministro dell'Economia, ai microfoni di Non Stop News stamattina, a proposito dell'emergenza coronavirus e delle misure economiche alle quali il governo sta lavorando in queste ore. Di seguito il video integrale dell'intervista.
Coronavirus, vice ministro economia Misiani a RTL 102.5: "Stop ai mutui, ma non a tutte le tasse”
Coronavirus, il vice ministro dell'Economia Antonio Misiani annuncia le misure del governo

Il vice ministro dell'Economia ed esponente del Partito Democratico Antonio Misiani spiega quali sono le nuove misure, anche economiche, allo studio del governo per contenere il contagio del coronavirus e non esclude la possibilità di una chiusura totale delle attività non di prima necessità. Quindi annuncia che si va verso la sospensione dei pagamenti di alcuni tributi. Puoi seguire RTL 102.5 in RADIOVISIONE sul canale 36 del digitale terrestre, 736 di Sky, in FM, Digital Radio, dal sito internet ufficiale, dall’App e dai nostri social! Sito internet: https://www.rtl.it Facebook: https://www.facebook.com/RTL102.5/ Twitter: https://twitter.com/rtl1025 Instagram: https://www.instagram.com/rtl1025/ #rtl1025 #radiovisione

Tags: Antonio Misiani, coronavirus, interviste, non stop news

Share this story: