Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Bruxelles: tra una settimana il giudizio dell'Europa sulla manovra, Olanda e Austria sollecitano apertura di una procedura di infrazione
- Roma: manovra, il governo non teme reazione dell'Europa, Salvini ribadisce, grafomani a Bruxelles, non ci muoviamo di un millimetro
- Roma: Tav, il commissario straordinario Foietta avverte, a dicembre le gare le d’appalto o parte il tassametro, pesante danno erariale
- Roma: caso De Falco, il senatore del M5s che ha provocato la battuta d’arresto su decreto Genova, io coerente, non temo espulsione
- Londra: Brexit, il governo britannico ha detto sì alla bozza di intesa, dopo una lunga riunione
- Roma: Istat, record di permessi d'asilo nel 2017, sono stati oltre 101mila, in Italia i cittadini extracomunitari regolari sono 3,7 milioni
- Bari: scommesse illegali on-line controllate dalla mafia, effettuati 68 fermi tra Puglia, Calabria e Sicilia, sequestrato un miliardo di euro
- Canada: Olimpiadi invernali 2026, si sfila Calgary, no dei cittadini canadesi alla candidatura, in corsa Milano-Cortina e Stoccolma
- Calcio: Nations League, l'Italia è in ritiro a Coverciano per preparare il match di sabato a Milano, gli azzurri affronteranno il Portogallo
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
29 ottobre 2018

E' la giornata mondiale dell'ictus, ogni anno colpiti in 15 milioni

Oggi sui social arriva l'hashtag #UpAgainAfterStroke

Rimettersi in pista per combattere l'ictus, una malattia che arriva all'improvviso e che molto spesso lascia un segno doloroso in termini di invalidità e disabilità permanente: è questo il senso dell'hashtag #UpAgainAfterStroke per la Giornata mondiale dell'ictus, in programma oggi. Si calcola che ogni anno nel mondo 15 milioni di persone siano colpite dall'ictus cerebrale e che siano 80 milioni i sopravvissuti alla malattia. Tra questi, oltre 50 milioni sono costretti a convivere con una forma di disabilità permanente, rileva l'organizzazione mondiale per la lotta all'ictus Wso (Worls Stroke Organization).

E' la giornata mondiale dell'ictus, ogni anno colpiti in 15 milioni

I dati relativi alla malattia in Italia non sono da meno, con circa 150.000 persone colpite ogni anno e almeno 800.000 sopravvissute, secondo i dati dell'Associazione per la Lotta all'Ictus cerebrale (Alice). Anche in Italia l'ictus è la prima causa di invalidità, la seconda di demenza e la terza causa di morte. La malattia consiste nell'interruzione improvvisa dell'afflusso di sangue nel cervello e, quando questo accade, le cellule nervose possono essere seriamente danneggiate o distrutte. Per questo motivo sopravvivere all'ictus significa molto spesso dover affrontare problemi di invalidità. Se l'assistenza è un problema serissimo, la parola d'ordine della Giornata mondiale è "prevenzione".