Eurovision Song Contest, trionfano i Maneskin con Zitti e buoni, seconda la Francia

23 maggio 2021, ore 01:13

I Maneskin con “Zitti e buoni” hanno vinto l’edizione 2021 dell’Eurovision Song Contest 2021, di scena alla Ahoy Arena di Rotterdam, seconda la Francia e terza la Svizzera

I Maneskin con "Zitti e buoni" sono i vincitori della della 65 esima edizione dell’Eurovision Song Contest che quest’anno è stata realizzata alla Ahoy Arena di Rotterdam in Olanda. 26 i Paesi che hanno partecipato alla serata finale, per l’Italia. La serata con il pubblico in presenza. All’arena c’erano 3500 persone. Al secondo posto la Francia e al terzo la Svizzera.


I Maneskin

Sul palco i Maneskin hanno gareggiato con il brano con cui hanno trionfato alla 71ma edizione del Festival di Sanremo ovvero “Zitti e buoni”. Una esibizione tra luci e fuochi. L’Arena di Rotterdam è letteralmente esplosa al termine della loro esibizione. Applausi a scena aperta per la formazione romana che dalla partecipazione a “X Factor” nel 2017 è stato solo un unico grande successo. La loro “Zitti e buoni” ha conquistato il riconoscimento per il miglior testo. Il riconoscimento era andato nel 2019 a Mahmood, che poi si era piazzato secondo nella classifica finale. I Maneskin riportano l'Eurovision in Italia dopo 31 anni e sono i terzi artisti italiani a vincere la competizione europea dopo Gigliola Cinquetti nel 1964 e Toto Cutugno nel 1990.


La serata

La serata, un evento televisivo molto seguito in tutta Europa è iniziata sulle note di Venus, canzone degli Shocking Blue reinterpretata dai conduttori, mentre sfilavano tutti i cantanti in gara. A presentare questa edizione sono stati l’attrice e presentatrice televisiva olandese Chantal Janzen, i cantanti Jan Smit ed Edsilia Rombley e la youtuber Nikkie de Jager, che è nota anche con il nome d’arte di NikkieTutorials. L’altra novità è stata la persona del pubblico in sala. 3500 gli spettatori ammessi Ahoy Arena di Rotterdam. La prima ad esibirsi è stata Elena, la rappresentante di Cipro, con il brano “El diablo”, la più coreografica, Maniža che ha portato sul palco un po' di folkore russo. Dopo i belgi Hooverphonic, ecco Destiny per Malta con “Je me casse”, uno dei favoriti per la vittoria finale. Esibizione registrata invece per i rappresentanti islandesi Daði & Gagnamagnið, rappresentanti della musica elettropop, molto amati dai giovani. Alcuni dei componenti sono in quarantena perché sono risulti positivi al tampone Covid. I The Roop dalla Lituania con la loro Discoteque hanno fatto ballare tutta l’Ahoy Arena. Applausi anche per la francese Barbara Pravi, anche lei, alla vigilia, super favorita per la vittoria con la raffinata Voilà. E poi l’esplosiva esibizione dei Maneskin. L’ultima a salire sul palco è stata la rappresentante di San Marino, Senhit feat. Flo Rida per San Marino con Adrenalina. Poi l’attesa per il responso finale. I cantanti in gara sono stati giudicati dalle giurie di ogni singolo Paese partecipante e da quelli del televoto ed alla fine hanno trionfato i Maneskin con 524 voti.

Eurovision Song Contest, trionfano i Maneskin con Zitti e buoni, seconda la Francia
Tags: Eurovision Song Contest, Maneskin

Share this story: